USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Volkswagen annuncia 70 modelli elettrici e 60 ibridi entro il 2030

Il Ceo di Volkswagen Group Italia: "In ottica futura, il Governo dovrebbe ascoltare e interfacciarsi con le parti coinvolte, dalle case auto agli altri player del settore della mobilità, per capire meglio quali categorie di auto vanno incentivate"

Volkswagen è uno dei brand che maggiormente stanno lavorando nel settore della mobilità a basse o zero emissioni. I vertici della casa tedesca hanno individuato nel filo delle motorizzazioni ibride ed elettrice la via da seguire e nonostante si sia già fatto molto, la voglia di fare ancora di più è tanta.

Massimo Nordio racconta i piani futuri di Volkswagen

A dirlo è Massimo Nordio, Ceo di Volkswagen Group Italia, attraverso le pagine di Gazzetta Motori: “Per migliorare la diffusione delle auto elettriche è necessario che la crescita della rete di ricarica sia coerente con quella dei volumi degli EV da qui al 2050. Le auto elettriche, rispetto ai veicoli termici, hanno il grande vantaggio di poter essere ricaricate direttamente da casa. È fondamentale che ci sia un equilibrio nello sviluppo delle infrastrutture private, favorendone l’incentivazione, e di quelle pubbliche. C’è poi il tema della qualità della ricarica per quanto riguarda la rete pubblica. Il Gruppo Volkswagen si sta muovendo in due direzioni: la prima verso la produzione diretta, la seconda è quella di stringere importanti partnership per la produzione a livello industriale di batterie allo stato solido che sono più compatte, più leggere ma con un’autonomia decisamente maggiore rispetto alle attuali”.

Nordio ha parlato anche dei prossimi modelli in uscita, presentando numeri molto interessanti: “Entro il 2030 avremo in gamma 70 modelli full electric e 60 ibridi, come naturale evoluzione del processo di elettrificazione che abbiamo intrapreso. La piattaforma MEB, concepita esclusivamente per la mobilità elettrica, avrà un ruolo fondamentale. Un progetto che ha richiesto un investimento importante, ma che sarà alla base di un gran numero di modelli. E per contribuire alla diffusione della mobilità elettrica abbiamo deciso di renderla disponibile anche per altri costruttori. In ottica futura, il Governo dovrebbe ascoltare e interfacciarsi con le parti coinvolte, dalle case auto agli altri player del settore della mobilità, per capire meglio quali categorie di auto vanno incentivate, in che misura e con quali risorse, tenendo conto dell’interesse di tutta la collettività. Questo soprattutto per tarare meglio lo stanziamento delle risorse, per evitare che ne restino alcune inutilizzate oppure, ancora, di lasciare scoperte alcune aree“.

TAGS:
TUTTO SU Volkswagen
Articoli più letti
RUOTE IN RETE