Decreto Sbloccacantieri, 30 milioni di euro per le colonnine di ricarica auto elettriche

Il maxi-decreto Sbloccacantieri permetterà di recuperare 30 milioni di euro di risorse che verranno destinate all'installazione di nuove colonnine per la ricarica elettrica

Anche in Italia la mobilità vira sull’elettrico, anche se a una velocità inferiore rispetto a quella di altri Paesi europei e del mondo. Il primo mese intero di Ecobonus ha fatto triplicare le vendite di auto e veicoli elettrici e ha contribuito a far registrare un incoraggiante +1,5% ad aprile 2019, dopo che i primi 3 mesi avevano fatto registrare il segno “meno”. Un exploit interessante e parzialmente atteso, anche se non sufficiente per poter dire che la mobilità elettrica in Italia sia definitivamente partita e rodata.

Parallelamente a una politica di incentivi per veicoli elettrici deve svilupparsi tutta una serie di misure e di provvedimenti di carattere strutturale. Dall’abbassamento delle tariffe della ricarica veloce alle infrastrutture di ricarica, sono molti gli interventi che possono essere messi in atto per favorire lo sviluppo della mobilità green. Nelle scorse ore il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha dichiarato su Twitter che è in arrivo una norma che potenzierà lo sviluppo della rete di ricarica nel nostro Paese.

Una norma che permetterà di recuperare 30 milioni di euro di risorse spese in passato, risorse che verranno destinate all’installazione di nuove colonnine, sulle quali si potrà ricaricare a prezzo ridotto (di quanto, ancora non è dato sapersi).

ARTICOLI CORRELATI