Rifornimento metano self service attivo da marzo

Potrebbe entrare in vigore a marzo o ad aprile il decreto che permette agli automobilisti di fare rifornimento self-service di metano, gas naturale che alimenta molte delle vetture circolanti nel nostro Paese.

Finalmente ci siamo. Forse. Il decreto formulato negli scorsi mesi per permettere il rifornimento self-service di metano (gas naturale) ha superato il vaglio della Commissione Europea. Ora mancano le firme del Ministero dell’Interno e del Ministero dello Sviluppo Economico e, apposte queste, il testo verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e diverrà quindi legge. In quanto a tempistiche, realisticamente questo decreto diverrà legge entro marzo o più probabilmente aprile. Gli automobilisti potranno fare rifornimento in piena autonomia, anche di notte.

Il tutto necessita comunque di alcuni passaggi quasi obbligatori, ad esempio un mini-corso di formazione per gli automobilisti, ad esempio un video tutorial e un cartello multilingue che illustri i passaggi fondamentali del processo di rifornimento self-service. Il sistema di rifornimento di metano non necessiterà di identificazione della persona che fa rifornimento e solleverà al tempo stesso il gestore dell’impianto dalla responsabilità dell’operazione. La pistola di erogazione del metano subirà modifiche e vedrà l’introduzione di un pulsante di ritenuta.

L’Italia raggiunge dunque Paesi come la Germania, l’Austria e la Svizzera, dove il rifornimento di metano self-service è una pratica assodata e assolutamente normale. L’augurio è che con il passare delle settimane e dei mesi, gli automobilisti nostrani prendano dimestichezza con questa operazione.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE