Auto e fulmini: è sicuro rimanere all’interno dell’abitacolo durante un temporale?

La carrozzeria di un'automobile, come una gabbia di Faraday, è in grado di proteggere dai fulmini, scaricando a terra la corrente elettrica di un temporale

Trovarsi alla guida della propria automobile durante un temporale non è mai piacevole: dobbiamo adattarci a delle condizioni stradali piuttosto precarie, prestando particolare attenzione in caso di forti piogge e grandine. Se i rovesci diventano importanti al punto che la visibilità risulta compromessa, il consiglio è ovviamente quello di utilizzare le quattro frecce o altri strumenti di segnalazione, per poi fermarsi definitivamente in spazi coperti, comunque lontani da tutto ciò che può cadere e provocare danni.

Ma se dovessimo difenderci da un temporale? La nostra automobile è in grado di ripararci dai fulmini? Oppure è meglio trovare un luogo più sicuro? Continuate a leggere e scoprirete la risposta!

L’AUTO E’ UNA GABBIA DI FARADAY (O QUASI)

La vettura che guidiamo tutti giorni è composta per la maggior parte in metallo, un elemento che sta alla base degli studi condotti dal fisico inglese Michael Faraday. Nel lontano 1836 lo scienziato britannico scoprì che in un conduttore cavo, elettricamente carico, le scariche si concentrano sulla superficie esterna senza influenzare ciò che si trova all’interno.

La carrozzeria dell'automobile si comporta come una gabbia di Faraday

Un’osservazione che vale, di conseguenza, anche per la carrozzeria dell’automobile, che si comporta essenzialmente come una “gabbia” (chiamato, appunto, di Faraday): nel caso in cui un fulmine la colpisca, la corrente elettrica scorrerà sulla superficie esterna, per cui l’abitacolo interno rappresenta un buon riparo per i suoi occupanti.

Questa, tuttavia, è una conclusione di tipo ideale, perchè le vetture che vediamo oggi per strada sono anche costruite con altri materiali, come la plastica per la plancia di bordo o la pelle dei sedili. Se poi siamo di fronte a una cabriolet, inoltre, il tettuccio in tessuto fornirà una protezione sicuramente minore rispetto a quello in metallo, a tutto svantaggio di chi si trova al volante.

COME PROTEGGERSI DAI FULMINI?

A questo punto la domanda sorge spontanea: cosa fare se dobbiamo affrontare un temporale con la nostra automobile? Innanzitutto sarà fondamentale mantenere la calma e non farsi prendere dal panico: questi stati emozionali ci possono portare a commettere degli errori, il più delle volte evitabili se si riesce a valutare bene la situazione.

Un fulmine si scarica a terra durante un temporale

Se attorno a noi non abbiamo la possibilità di uscire dall’auto e rifugiarci in un edificio chiuso o in un luogo coperto, possiamo rimanere all’interno dell’abitacolo, stando attenti a non toccare le parti metalliche a vista come le maniglie delle portiere. Queste ci metterebbero in contatto con la superficie esterna della vettura, che ricordiamo non è immune dalle scariche elettriche ma le convoglia semplicemente verso il terreno.

Prima, però, il fulmine passerà attraverso le gomme: queste sono composte da materiale isolante, per cui la corrente prodotta rilascerà grosse quantità di calore, con l’effetto di poter provocare dei danni. In tal senso, potendo scegliere, è sempre meglio trovare un luogo riparato per proteggersi da un temporale, ma se le circostanze ve lo impediscono, l’interno della vostra automobile può rivelarsi la vostra unica ancora di salvezza.

ARTICOLI CORRELATI