USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Autovelox in città e bici contromano: tutte le novità del DL Semplificazioni

Telecamere per i divieti di accesso e di transito, precedenza alle biciclette sulle strade urbane e circolazione in quelle a doppio senso: queste e molte altre novità nel prossimo decreto Semplificazioni

Manca solo l’approvazione definitiva e poi sarà cosa fatta: il famoso “Decreto Semplificazioni” è ormai pronto ad entrare in vigore e porterà diverse novità nel Codice della Strada, per una rivoluzione che potrebbe sconvolgere il nostro vivere quotidiano sulle strade di tutti i giorni. Il motivo? Per la volontà di puntare tutto sulle rilevazioni di possibili infrazioni da parte di automobilisti e non solo, con l’installazione di autovelox anche in città, di telecamere per sanzionare i divieti di accesso e di transito e, addirittura, di sistema di rilevamento sui percorsi ciclopedonali. Ma andiamo con ordine…

DECRETO SEMPLIFICAZIONI: AUTOVELOX SULLE STRADE URBANE

Una delle novità più importanti, come già accennato, è l’introduzione dei famigerati autovelox anche sulle strade urbane di quartiere. Fino ad oggi il CdS non prevedeva questa possibilità, che invece sarà introdotta dall’imminente DL Semplificazioni, per una via libera su tutte le strade locali, sulle strade urbane ciclabili e, in base all’approvazione alla Camera, anche sui percorsi ciclopedonali. La diretta conseguenza di questo intervento è presto individuata: un aumento vertiginoso delle multe nei confronti di automobilisti e ciclisti, anche non colpevoli di una condotta di guida, all’apparenza, “fuori dalle righe”…

DECRETO SEMPLIFICAZIONI: NETTURBINI “VIGILI” E ANCORA PIÙ TELECAMERE

Il DL Semplificazioni introdurrà in parallelo anche un nuovo articolo, il 12 bis: questo permetterà di accertare le violazioni di sosta e fermata non solo ai dipendenti dei Comuni italiani o alle società private che gestiscono le attività di sosta regolamentata, ma anche a tutti quei lavoratori il cui compito, solitamente, è quello della raccolta dei rifiuti e della pulizia delle strade. Insomma, i classici “netturbini” che tutti noi conosciamo potranno ottenere, a seguito di debita formazione, la qualifica di pubblico ufficiale, che servirà loro ad espletare questo servizio secondario nei limiti “delle aree limitrofe a quelle oggetto dell’attività di propria competenza che sono funzionali, rispettivamente, alla gestione degli spazi per la raccolta dei rifiuti urbani o alla fruizione delle corsie o delle strade riservate al servizio di linea“.

L’accertamento potrà essere svolto anche attraverso l’utilizzo di apparecchiature digitali e fotografiche, che si andranno a sommare all’aumentare delle telecamere previste per la contestazione di violazioni anche quando le forze di polizia non potranno essere presenti sul posto. Queste, di solito, vengono impiegate per verificare gli eccessi di velocità, i passaggi a semaforo rosso, gli accessi alle zone a traffico limitato e l’utilizzo delle piazzole per il carico e lo scarico delle merci, alle quali si aggiungerà la circolazione su strade dove sono presenti appositi cartelli di divieto di accesso o di transito.

DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LARGO ALLE BICICLETTE, ANCHE CONTROMANO!

Anche nell’ottica di incentivare il recente “bonus mobilità” destinato a tutti i veicoli eco-friendly, il nuovo Codice della Strada sarà rivisto in modo da conferire alle biciclette un ruolo più importante sulle strade di tutti i giorni. Tutte quelle che circolano o che si immettono nella circolazione, anche da un luogo privato, avranno la precedenza su tutti gli altri veicoli, che al contrario potranno effettuare un sorpasso nei loro confronti solamente “a bassissima velocità”, in modo da limitare la probabilità di “ondeggiamenti e deviazioni della bicicletta”.

Le bici, inoltre, potranno anche circolare contromano (!) sulla loro corsia ciclabile a doppio senso lungo tutte le strade urbane di quartiere, locali, urbane ciclabili e su tutti gli itinerari ciclopedonali. La loro carreggiata si chiamerà “corsia ciclabile per doppio senso ciclabile“, a cui si affiancherà, previa ordinanza del sindaco e apposita segnaletica, una strada appositamente creata per la loro circolazione: stiamo parlando della “strada urbana a unica carreggiata, con banchine pavimentate e marciapiedi, con limite di velocità non superiore a 30 km/h, definita da apposita segnaletica verticale e orizzontale, con priorità per i velocipedi“, come recita la riforma che dovrà essere approvata dal DL Semplificazioni protagonista di questo articolo.

Le biciclette, infine, potranno anche circolare sulle corsie riservate ai mezzi pubblici, purchè non caratterizzati da binari e con una larghezza della carreggiata non inferiore ai 4,30 metri, e sulla strade urbane ciclabili senza osservare la norma dell’unica fila indiana, o comunque quella che prevede un massimo di veicoli affiancati mai superiore a due.

Bonus mobilità Coronavirus 2020

DECRETO SEMPLIFICAZIONI: TUTTE LE ALTRE NOVITÀ IN ARRIVO

Il DL Semplificazioni per il nuovo Codice della Strada, tuttavia, apporterà anche tante altre modifiche ai vari articoli che regolano la circolazione su strada dei veicoli. Vediamo insieme quali sono tutte le altre novità:

  • Decade il divieto di circolazione di veicoli con targa estera, per i residenti nel comune di Campione d’Italia, per il personale civile e militare in servizio all’estero, per i lavoratori frontalieri e per tutti coloro che prestano un’attività di lavoro in favore di un’impresa estera e che, con il loro veicolo, devono rientrare in Italia presso la loro abitazione;
  • Saranno riservati spazi appositi per la fermata e la sosta delle auto elettriche, che una volta terminata la ricarica dovranno liberare lo stallo. In caso contrario, verranno introdotte delle tariffe di utilizzo per l’impegno del posteggio oltre il periodo massimo di un’ora dopo il termine della ricarica;
  • Saranno istituite le “zone scolastiche”, dove sarà garantita la protezione dei pedoni con delimitazione dell’area tramite appositi segnali di inizio e fine e sarà interdetta la circolazione, oltre che sosta e fermata, dei veicoli, tranne gli autobus destinati al trasporto degli studenti;
  • I tricicli di cilindrata uguale o superiore a 250cc (con potenza non inferiore ai 15 kW), destinati al trasporto di persone e con al massimo un passeggero oltre al conducente, potranno circolare in autostrada e sulle strade extraurbane principali.

A livello burocratico, invece, le novità del Codice della Strada sono le seguenti:

  • Sarà istituita una banca dati voluta per raccogliere tutte le targhe associate ai permessi di circolazione di tutti coloro che sono titolari di un contrassegno per invalidi;
  • I ricorsi da presentare entro 60 giorni contro il Ministero dei Trasporti circa la disposizione e la collocazione della segnaletica stradale non potranno più essere presentati, perchè gestiti direttamente dai comuni;
  • Il Ministero dei Trasporti potrà decretare, per ogni veicolo (anche con adattamenti per i disabili), tutte le modifiche a cui potrà andare incontro, senza la necessità di effettuare i famosi collaudi con “visita e prova” in Motorizzazione;
  • Tutti i comuni, entro sei mesi, dovranno finalizzare l’installazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche e ibride: l’obiettivo è quello di un punto di ricarica ogni 1000 abitanti;
  • La revisione obbligatoria dei veicoli entro il 31 luglio è stata estesa al 31 ottobre, per quelli entro il 30 settembre al 31 dicembre e per quelli entro la fine dell’anno al 28 febbraio 2021;
  • L’introduzione del “documento unico di circolazione e proprietà”, che doveva entrare in vigore entro il 31 ottobre 2020, è slittata al 31 marzo 2021: ciò significa che sarà possibile conservare la vecchia carta di circolazione quando si effettua il passaggio di proprietà, semplicemente richiedendo la restituzione del documento sul quale sarà apposto il relativo segno di annullamento.

Edison Energia Toyota ricarica auto elettriche

Sponsor

DasWelt Auto Volkswagen
DasWelt Auto Volkswagen
OFFERTA Golf 1.6 TDI Business del 2019 con 27.000km è tua con Progetto Valore Volkswagen. Tua in 35 rate da 129 euro al mese. TAN 5,99% TAEG 7,65%. Alle prime tre rate ci pensiamo noi.
Volkswagen
up! 3p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 11.500€
Volkswagen
up! 5p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 12.000€

Sponsor

DasWelt Auto Volkswagen
DasWelt Auto Volkswagen
OFFERTA Golf 1.6 TDI Business del 2019 con 27.000km è tua con Progetto Valore Volkswagen. Tua in 35 rate da 129 euro al mese. TAN 5,99% TAEG 7,65%. Alle prime tre rate ci pensiamo noi.
Articoli più letti
RUOTE IN RETE