Climatizzatore auto: conviene usarlo anche d’inverno?

Conviene utilizzare il climatizzatore (o condizionatore come lo chiamano alcuni) nel periodo invernale? Pare proprio di sì, sia a livello economico che di benessere. Vi spieghiamo il perché.

Credere che il condizionatore sia un sistema da utilizzare prevalentemente in estate è una considerazione che di fatto può rivelarsi errata. Usare l’aria condizionata in inverno ha infatti molteplici aspetti positivi – a cominciare dalla sicurezza stradale. Grazie al suo impiego infatti potremo assorbire gli eccessivi livelli di umidità presenti nell’abitacolo della nostra auto – che proprio d’inverno tendono ad appannare, riducendo quindi significativamente la visibilità, tutte le superfici vetrate dell’auto – dai finestrini al lunotto, compreso ovviamente il parabrezza.

Ma usare il “clima” anche nelle stagioni fredde non ha solo risvolti positivi per quanto concerne il capitolo sicurezza – può infatti anche farci risparmiare qualche Euro, in quanto la sua accensione avrà effetti positivi anche sulla sua durata. Basta tenerlo acceso una manciata di minuti una volta a settimana per far sì che guarnizioni e compressore siano sempre lubrificati. In questo modo ridurremo le perdite del “fluido frigorigeno” – risparmiandoci con l’arrivo della bella stagione, costose manutenzioni.

In ogni caso è sempre meglio mettere in calendario una completa manutenzione del condizionatore auto almeno ogni due anni. Andremo quindi ad intervenire con la sostituzione del filtro che elimina umidità e lo sporco dell’impianto – senza dimenticare che dovremo far ripristinare la quantità del liquido refrigerante in base a quanto prescritto dal libretto d’uso e manutenzione della nostra auto.

ARTICOLI CORRELATI