Animali in auto: come trasportare cani e gatti secondo il Codice della Strada

Quando si viaggia in auto con un animale, che sia un cane o un gatto, la legge prevede che si possano trasportare liberamente purché custoditi nell’apposita gabbia o contenitore, oppure nel vano posteriore diviso da una rete o simili. Ecco quindi alcuni consigli utili su come trasportare un cane o un gatto in auto

In Italia il trasporto di animali in auto, che sia un cane o un gatto, è regolato dalla legge.
Il mancato rispetto della normativa può portare a una multa che va dai €68,5 ai €275,10, con la decurtazione di 1 punto dalla patente di guida: l’articolo 169 del Codice della Strada consente infatti di portare liberamente in auto un cane o un gatto o un numero superiore di animali, purché custoditi nell’apposita gabbia o contenitore, oppure nel vano posteriore diviso da una rete o simili.

Il corretto trasporto in auto di un animale è fondamentale non solo perché regolato dalla legge, ma soprattutto per la sicurezza di chi guida e dell’animale stesso: se dovete trasportare o viaggiare con un cane o un gatto in auto, ecco alcuni consigli che potrebbero aiutare ad affrontare il viaggio.

Come trasportare un cane in auto

Ci sono tre metodi per portare con sé il proprio amico a quattro zampe quando si viaggia in auto:

  1. Il trasportino
    Un mezzo certamente efficace, ma necessita comunque che il cane si abitui a rimanere chiuso in una struttura del genere. Risulta quindi fondamentale un corretto avvicinamento a questo tipo di sistema da parte del nostro amico a 4 zampe affinchè diventi un luogo dove possa rilassarsi tranquillamente.
    Il trasportino, se ben fissato e della giusta misura, può aiutare in caso di incidente, evitando che il cane si faccia male o diventi un pericolo per chi sta guidando.
  2. La cintura di sicurezza per cani
    Si tratta di una particolare imbragatura che si attacca alla cintura di sicurezza a tre punti già installata sulla macchina e costituisce un grosso passo avanti sul fronte della sicurezza.
    Le cinture sono di diverse taglie quindi se si decide di comprarle e utilizzarle bisogna prenderle in base alla taglia del nostro cane.
  3. Una rete divisoria rigida
    La rete è sicuramente il modo più facile per abituare il nostro animale domestico a stare in auto, poiché lo spazio è ben distinto.


Come trasportare un gatto in auto

Il gatto in auto dovrebbe viaggiare all’interno di un trasportino: la scelta deve essere effettuata con criterio e buon senso, acquistandone uno che consenta al gatto di avere una minima possibilità di movimento.
È bene evitare l’impiego di un trasportino eccessivamente grande in quanto potrebbe portare un gatto agitato a muoversi continuamente al suo interno, rischiando di provocarsi delle piccole ferite. Per quest’ultimo motivo meglio scegliere un trasportino in plastica dura in luogo di un modello in ferro, privilegiandone uno che presenti sufficienti fori per garantire un’ottima circolazione dell’aria.

 Trasporto animali in auto: le regole ed il buon senso

Al di là delle normative e degli obblighi che rendano il viaggio sicuro per noi e per i nostri amici a quattro zampe, c’è da tener presente che il cucciolo va educato a viaggiare in auto: alcune volte sarebbe buona regola farlo salire in auto senza accendere il motore permettendogli così di entrare in confidenza col nuovo ambiente, per poi percorrere tratti brevi fino a quando il cucciolo percepirà l’auto confortevole come la cuccia di casa.

Meglio procedere a questi esperimenti tenendolo a digiuno e, quando sarà diventato un grande viaggiatore, portare una ciotola per l’acqua e fare soste frequenti per fargli sgranchire le zampe e dissetarsi.

Infine, lasciare il finestrino aperto e lasciare che il cane tenga fuori il muso può provocare colpi di aria e fastidiose otiti, meglio lasciare solo uno spiraglio per il ricircolo dell’aria.

 

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE