USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Guida in pista: regole e consigli per affrontare un track day

Il sogno di molti appassionati di quattro ruote, girare in un circuito come i veri piloti, può essere facilmente realizzato partecipando ai "track days" organizzati dai vari circuiti presenti in Italia

La guida di tutti i giorni, con tutto quel traffico sempre pronto a farvi perdere la pazienza, vi ha stancato? Volete qualcosa di più dalla vostra auto? Allora siete pronti per fare il passo successivo e godervi una sana giornata presso uno dei più rinomati circuiti italiani: chi ha la benzina al posto del sangue non aspetta altro che mettersi al volante e indossare i panni da “pilota“, ecco perchè oggi vi aiuteremo a capire come affrontare al meglio un “track day“, sia con la vostra vettura che con una noleggiata.

Rispetto al mondo dei go-kart, quello delle automobili in pista è sicuramente più complesso e più costoso, ma certamente alla portata di gran parte degli appassionati. Oggi, infatti, quasi tutti i tracciati nel nostro Paese hanno aperto le porte al grande pubblico attraverso giornate dedicate in cui è possibile assaporare il piacere e l’adrenalina della guida sportiva: l’importante, ovviamente, è essere responsabili delle proprie azioni e guidare sempre in piena sicurezza, al fine di evitare spiacevoli situazioni in cui, purtroppo, vige la legge in cui “ognuno si paga i propri danni”.

Track day Porsche

Ma quali sono i requisiti per partecipare a un track day? E come si fa a organizzare una giornata del genere? Le regole di base per entrare in Autodromo sono innanzitutto la maggiore età e l’avere tra le mani la patente B in corso di validità, assieme all’abbigliamento omologato (casco, tuta, guanti e scarpette – tutto noleggiabile anche in circuito) e allo scarico di responsabilità da parte dell’organizzazione.

Per quanto riguarda l’auto da utilizzare, come già detto si può entrare in pista con una vettura noleggiata (per la quale sarà l’organizzatore della pista a provvedere della sua conformità al regolamento) oppure con una propria, anche non targata e quindi utilizzabile esclusivamente tra i cordoli. Tutte devono essere munite di un apposito gancio per il traino in caso di incidente o guasto, inoltre se si utilizza un mezzo stradale questo deve essere regolarmente targato, revisionato e assicurato – oltre che in piena efficienza meccanica.

Track day Pagani

Una volta stilata la lista del materiale da avere con sè, è il momento di procedere con l’iscrizione al track day: solitamente la procedura prevede di contattare l’organizzatore dell’evento oppure direttamente il circuito dove si andrà a girare, al fine di confermare il proprio nominativo tra i piloti presenti in pista in quella data giornata. Lato prezzi, tutto dipende da come è organizzato il track day: su alcuni circuiti, infatti, è presente il regime di “open pit-lane”, nel quale si può entrare in circuito liberamente per un certo numero di ore previo rispetto della capienza massima dell’autodromo. In altri, invece, tutto è scandito da turni specifici che distinguono le auto stradali da quelle da corsa, oppure veicoli di un particolare brand e uno concorrente.

Nel primo caso, a seconda della pista, si può spaziare da poche centinaia di Euro fino a quota 1.000 se si decide di vivere la propria esperienza su un tracciato rinomato come quello di Monza o del Mugello, mentre nel secondo ogni turno può costare dai 50 agli 80 Euro per 20-30 minuti di prove libere. Prima dell’inizio dell’evento, inoltre, l’organizzatore è sempre tenuto a svolgere un piccolo briefing nel quale informare i partecipanti sulle regole da tenere tra i cordoli, compresa una sempre salutare rinfrescata al significato delle bandiere di segnalazione. A questo punto l’unica cosa da fare è allacciarsi il casco e tenersi pronti per il proprio debutto in pista: se avete deciso di noleggiare tutto, sappiate che potete anche vivere la vostra esperienza in maniera più formativa e piacevole con un istruttore al vostro fianco, che vi darà preziosi consigli al fine di rendere la vostra giornata davvero indimenticabile. Buona pistata!

Lamborghini Huracan Super Trofeo Omologata STO

Articoli più letti
RUOTE IN RETE