USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Targa auto personalizzata: si può richiedere legalmente?

Secondo il Codice della Strada sarebbe possibile scegliere numeri e lettere da utilizzare sulla targa della propria automobile. Peccato che manchi il decreto attuativo...

Avete presente le targhe che si vedono sulle auto americane, con tanto di scritte e numeri personalizzati a piacimento? Ecco, scordatevi di provare a fare una cosa del genere in Italia: qui le targhe devono rispondere a regole ben precise, devono avere lo sfondo bianco e con i sette caratteri alfanumerici (nell’ordine due lettere, tre numeri e altre due lettere) di colore nero ben visibile senza alcuna alterazione.

Con queste restrizioni il sogno di mettere il proprio nome sulla targa della propria auto sembra quindi destinato a svanire… ma fortunatamente c’è una soluzione. Secondo quanto riporta l’aggiornamento 2010 del Codice della Strada all’articolo 100 comma 8, la normativa prevede che “l’intestatario della carta di circolazione può chiedere, per le targhe di cui ai commi 1 e 2, ai costi fissati con il decreto di cui all’articolo 101, comma 1, e con le modalità stabilite dal Dipartimento per i trasporti terrestri, una specifica combinazione alfanumerica“, ferme restando le precedenti regole di base e ad esclusione delle lettere I,O, Q, U e quelle iniziali X, Y e Z.

Targa auto personalizzata

Il Codice della Strada, in aggiunta, riporta anche alcune linee guida da seguire scrupolosamente: “Il competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, dopo avere verificato che la combinazione richiesta non sia stata già utilizzata, immatricola il veicolo e rilascia la carta di circolazione. Alla consegna delle targhe provvede direttamente l’Istituto Poligrafico dello Stato nel termine di trenta giorni dal rilascio della carta di circolazione“.

Si parlava di costi, e infatti una targa personalizzata è tutt’altro che gratuita: tramite la modulistica da inviare direttamente al Ministero dei Trasporti il prezzo è di circa 150 Euro, che sale fino a 250 Euro nel caso in cui ci si voglia rivolgere a un’agenzia di pratiche auto. I tempi di attesa per il rilascio della targa – se tutto è andato a buon fine – sono di 30 giorni, durante i quali il proprietario del veicolo può circolare con una targa provvisoria.

Con questi presupposti scegliere liberamente almeno i caratteri della propria, personalissima, targa sarebbe praticamente cosa fatta… se non fosse che, in questo momento, non esiste un decreto attuativo che regolamenti in via ufficiale la procedura che vi abbiamo appena spiegato. Cosa si può fare quindi? L’unica alternativa è quella di chiedere in maniera “ufficiosa” al concessionario di poter visionare il prossimo lotto di targhe destinate ai veicoli di prossima immatricolazione, in modo da scegliere quella che risponde maggiormente ai propri desideri tenendo conto del tris di numeri centrali e delle ultime due lettere. Per le prime due, invece, bisognerà rassegnarsi e accettare quello che viene…

Targa auto personalizzata

Articoli più letti
RUOTE IN RETE