Infomotori.com premiato dalla rivista Raum&Zeit per il viaggio-tributo in onore di Nikola Tesla

Un diploma ed una medaglia come riconoscimento per il contributo alla memoria del grande scienziato.

Dal 15 al 18 giugno scorso si è svolta una spedizione in memoria di Nikola Tesla, con tappa finale a Belgrado, dove si trova il museo a lui dedicato. Un viaggio con auto elettriche che voleva essere un tributo allo scienziato che ha posto le basi della nostra modernità e che purtroppo pochi conoscono, probabilmente condannato dai poteri forti alla “damnatio memoriae”.

Con l’avvento delle automobili elettriche Tesla, qualcuno si è posto la domanda da chi derivasse questo nome e grazie a ciò il genio di Nikola Tesla e le sue importanti scoperte sono tornate ad essere ri-conosciute dalla gente che prima ne ignorava del tutto l’esistenza.

Alla spedizione hanno partecipato ufficialmente 5 persone a titolo personale: Carlo Valente e Ivana Gabriella Cenci fondatori di Infomotori.com, il cantante e produttore Roberto Boribello, il consulente UNESCO Giorgio Andrian, il giornalista Renato Malaman, l’Ingegnere e blogger Alessio Sanavio con altre persone al seguito dell’iniziativa, promossa dagli stessi fondatori di Infomotori.com.

Giunti a Belgrado e dopo avere visitato il Museo dedicato a Nikola Tesla, c’è stato un momento particolare riservato ad Infomotori.com ed ai suoi fondatori. In una galleria d’arte dedicata ad artisti legati alla memoria di Nikola Tesla, ad Infomotori è stata consegnata una medaglia riportante in rilievo il volto del grande scienziato, accompagnata da un diploma.

Il premio è un tributo che la rivista tedesca di biofisica Raum&Zeit conferisce alle persone che contribuiscono a conservare la memoria storica e diffondere il valore scientifico delle sue scoperte.

La spedizione è stata accolta durante tutte le sue tappe con favore dalla stampa e dalle autorità locali e dal pubblico. Molte testate televisive, quotidiani e testate on line hanno dato spazio all’iniziativa, che oltre ad un valore commemorativo, ha dimostrato che è possibile effettuare viaggi a lungo raggio con veicoli elettrici senza particolari problemi.

Un tributo al genio che ha dimostrato che l’elettricità è ovunque e sognava potesse essere libera, pulita e gratuita per tutti. In questo link trovate lo speciale dedicato alla spedizione “On the traces of Tesla” con le tappe e la documentazione del viaggio.

ARTICOLI CORRELATI