USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ducati Multistrada

Ducati Multistrada entrò in produzione a Borgo Panigale nel 2003, ma arrivò tra i più venduti del segmento con la seconda serie prodotta dal 2014 al 2014. una delle prime moto ad utilizzare le ormai note riding modes, con le quali si possono modulare i valori della moto.

Ducati Multistrada entrò in produzione a Borgo Panigale nel 2003, ma arrivò tra i più venduti del segmento con la seconda serie prodotta dal 2014 al 2014. una delle prime moto ad utilizzare le ormai note riding modes, con le quali si possono modulare i valori della moto dall’intervento dell’elettronica all’erogazione del motore, passando anche per le sospensioni. Il modello in produzione è il Multistrada 1200 da 160CV, dotato di piattaforma IMU e disponibile con quattro diversi kit accessori, uno per ogni riding mode (touring, sport, urban ed enduro). L’ABS è sempre di serie sulla Ducati Multistrada che costa, nella versione base, 17.240€, altrimenti si può richiedere la S ad un prezzo di 19.540€. è prevista anche la versione D-Air con airbag, ma il prezzo resta da definire. 

Versioni

Ducati Multistrada 1200: il m.y. 2015 ha un design che punta a distinguersi dalle altre crossover con il “becco” formata dalle grandi prese d’aria ed il gruppo ottico da sportiva della casa. La Multistrada monta il bicilindrico testastrtetta DVT capace di 160CV a 9.500 giri e 136Nm di coppia massima a 7.500 giri. Sono ancora quattro le riding modes, questa volta gestite dalla piattaforma IMU. Pesa 209Kg e la sella, regolabile, può essere impostata da un minimo di 825mm ad un massimo di 845mm da terra.

Ducati Multistrada 1200 S
: la versione più avanzata vanta forcelle Sachs regolabili elettrocamente con il DSS, oltre alla strumentazione con schermo TFT a colori da 5” con la possibilità di sincronizzare il proprio smartphone tramite bluetooth,  cornering lights e fari full led. Questa versione pesa 212Kg e Costa 19.540€ f.c.

Ducati Multistrada 1200 S D|Air: è il modello S con l’aggiunta dell’ormai noto airbag sviluppato da Dainese, che si tiene dentro la giacca e che necessita di alcuni sensori sulla moto. I sensori comunicano in modalità wireless con l’airbag indossato il quale, in caso di bisogno, si attiva in 45 millisecondi. 

Elettronica: da vera crossover, alla Ducati Multistrada 1200 non manca nulla: oltre ai più normali ABS, TC e le quattro Riding Modes (Tourer, Sport, Urban ed Enduro), la Multistrada è completa di cornering ABS, pronto ad attivarsi in piega, controllo dell’impenata, cruise control e sistema Hands-Off  per gestire la moto senza inserire la chiave nel blocchetto. Nella versione S troviamo anche una strumentazione a colori da 5” alla quale si può associare il proprio smartphone. 

Ciclistica e Componenti: La Ducati Multistrada ha il telaio a traliccio classico della casa di Borgo Panigale, forcelle a steli rovesciati da 48mm (Sachs per la versione S) e mono posteriore Sachs, completamente regolabile. I freni sono, all’anteriore, due dischi Brembo da 320mm, mentre al posteriore troviamo il singolo da 265mm. Il motore, Ducati Testastretta, è stato concepita con il sistema DVT che permette di regolare coppia e potenza ai regimi ottimali.

Rivali
: La più venduta del segmento, non è un mistero, è la BMW 1200GS, anche se per molti Ducati offre di più della tedesca. Un  rivale agguerrito tra i maxi crossover è invece la Crosstourer di Honda, alla quale si accoda KTM 1190 Adventure. Come sempre, dipende da quello che cercate, si tratta in ogni caso di ottimi mezzi. 

Articoli più letti
RUOTE IN RETE