Ducati Panigale.

Ducati lanciò la prima Panigale nel 2012 come una superbike esclusiva sia nel design che nelle prestazioni, e successivamente adottò nome e stile per l’intera gamma di supersportive chiamate a sostituire 848 e 1198, ora 899 Panigale e 1299 Panigale. Quest’ultima disponibile anche nella versione S

Ducati lanciò la prima Panigale nel 2012 come una superbike esclusiva sia nel design che nelle prestazioni, e successivamente adottò nome e stile per l’intera gamma di supersportive chiamate a sostituire 848 e 1198, ora 899 Panigale e 1299 Panigale. Quest’ultima disponibile anche nella versione S . Questo modello colpisce subito per potenza e leggerezza, è infatti una delle supersportive più blasonate, che si scatena in pista ed aggredisce la strada.  Caratteristico il muso aggressivo, lo scarico nascosto, ed il codone alto a dare la forma slanciata. 

Versioni 

-Ducati 899 Panigale: la “piccola” della famiglia monta un bicilindrico di 898cc capace di erogare 109kW a 10.750giri/min e 99Nm di coppia massima a 9.000 giri, pesa 169Kg a secco ed il serbatoio contiene 17 litri. La sella misura 820mm da terra. Si tratta di una moto estremamente maneggevole e potente, precisa in pista ed efficace su strada. Prezzo a partire da 15.990€

-Ducati Panigale 1299: Questo è il modello chiamato a sostituire la già efficace Panigale 1199 ed è   disponibile anche in versione S, ricca di componenti racing. La 1299 sprigiona 205CV e 115Nm di coppia massima, oltre a vantare solo 166Kg di peso a secco. La sella è a 830mm da terra, mentre il serbatoio è da 17 litri.  la versione base costa 20.990€ mentre la Panigale 1299S ha un prezzo di 25.740€. 

-Ducati Panigale R
: La casa di Borgo Panigale ha sviluppato questa moto pensando solo alle corse, con 205CV e scarichi Akrapovic in titanio rimane tuttavia molto leggera (162Kg a secco) grazie alla batteria agli ioni di litio. Il telaio e l’elettronica sono tutte incentrate sull’uso in pista per questa Panigale R, che ha un prezzo base di 32.990€

Elettronica: tutte le Panigale montano ABS di serie, Riding Modes, Power Modes, Cornering Abs, DTC (Controllo di Trazione) DQS (cambio senza frizione up/down), EBC, DWC, Fully Ride By Wire, auto apprendimento del rapporto finale, mentre la 1299S ha anche sospensioni semi-attive.

Ciclistica e componenti: La Ducati Panigale è dotata di telaio monoscocca, Pneumatici Pirelli Diablo SP, fari Full led e cerchi forgiati, mentre nella 1299S troviamo anche le sospensioni Ohlins semi-attive. 

I suoi rivali: la Panigale 899 ha come concorrenti principali la Honda CBR600, la Yamaha R6 e la Suzuki GSX-R 750. tuttavia, sia per una questione di prezzo che di prestazioni, non si può dire che siano davvero sullo stesso piano. Discorso un po’ diverso per la Panigale 1299, che con i suoi 205CV entra nella classifica delle poche supersportive a possedere questa potenza: gli altri sono la Kawasaki Ninja H2, la Yamaha YZF R1, la Aprilia RSV4 e la BMW S 1000 RR.

 

ARTICOLI CORRELATI