USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ducati Scrambler eletta Moto più Bella del Web 2015

Come ogni anno vi abbiamo chiesto quale fosse secondo voi la moto più bella del 2015, con un'ampia scelta che includeva numerose supersportive nonché moto stupende per tutti i segmenti. Il risultato è stato imprevedibile: Ducati Scrambler ha vinto ampiamente su tutti con il 27% dei quasi 10.000 voti

 

L’enorme successo di Ducati Scrambler lo si vede da lontano, ancora prima di vederlo dal concessionario : Dopo l’edizione 2014 dell’Infomotori Web Awards (IWA), dominata dalla VFR 800F di Honda, la casa di Borgo Panigale torna a farsi sentire.

É la quarta vittoria per Ducati, che arriva sul gradino più alto del podio grazie all’attesissima Scrambler, dimostrando che l’amore per la moto non si trova solo con i 200CV alla ruota delle numerose supersportive in classifica ma che la Moto più Bella del Web, secondo la maggioranza dei lettori, è un 800cc tutto particolare.

A seguire c’è ancora Honda VFR 800X
, mentre al terzo posto troviamo la rinnovata Moto Guzzi V7 II. Con il successo di quest’anno Ducati ha acciuffato il poker di cuori, dopo aver vinto le edizioni 2008, 2011 e 2013. La Scrambler è forse destinata a divenire una moto iconica al pari della Monster, grazie alle ampie possibilità di personalizzazione ed alla guida accessibile che la rendono il sogno di molti.

Uno sogno più facile da vedere ad occhi aperti più di quanto lo potrà mai essere quello di possedere una Panigale 1299S. Oltretutto Ducati ha voluto sottolineare quanto la sua nuova creatura, nata però negli anni ’70, fosse un esplosione di stile dedicandole un’intera linea d’abbigliamento ed accessori.

Più in basso, con l’11% dei consensi, troviamo la Honda VFR 800X: la Crossrunner, sport adventure della casa dell’ala, è una moto affidabile e versatile, che col suo ultimo restyling appare meno appesantita e mostra delle linee più armoniose.

Sicuramente deve gran parte del suo successo al mitico motore della VFR 800F, il V4 VTEC brillante e longevo. Terzo gradino del podio, subito sopra alla nuova Multistrada, troviamo la Moto Guzzi V7II con il 9% dei voti. Anche qui pare che lo stile abbia trionfato sulla potenza, dando spazio ad una moto di carattere.

In conclusione
, nonostante questo sia stato l’anno con le più grandi sorprese rivolte ai cordoli, la nostra classifica pare suggerirci che gli appassionati siano in costante aumento: sono più quelli che cercano una moto bella e particolare piuttosto che coloro che aspettavano l’arma definitiva per aggredire il cronometro.

Qui potrete trovare la classifica completa

Articoli più letti
RUOTE IN RETE