KTM RC8 – test ride report

Secondo i tester, le sensazioni che regala una volta montati in sella sono vigorose, come la spinta del suo bicilindrico. La progressione è fluida e molto lineare lungo tutto l’arco di utilizzo del motore. Il motore piace, spinge forte e forse solo il cambio risulta non perfettamente all’altezza. Tanto di cappello invece alla ciclistica che […]

Secondo i tester, le sensazioni che regala una volta montati in sella sono vigorose, come la spinta del suo bicilindrico. La progressione è fluida e molto lineare lungo tutto l’arco di utilizzo del motore. Il motore piace, spinge forte e forse solo il cambio risulta non perfettamente all’altezza. Tanto di cappello invece alla ciclistica che permette di sfoggiare una maneggevolezza degna delle più agguerrite ed esperte rivali. Ottime le sensazioni in uscita di curva, dove la grande impronta a terra dei pneumatici (190/55) e il lungo forcellone consentono una motricità e una stabilità eccezionali, al punto da far quasi risultare superfluo l’ammortizzatore di sterzo. Piace, piace davvero questa RC8: non risulta impegnativa , anzi, è intuitiva e quasi facile da guidare, regala da subito un gran feeling e sembra proprio alla portata di tutti. Per chi già non potesse resistere al fascino della nuova KTM RC8, la scarica di adrenalina è garantita previo esborso di 16.250 €.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE