USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Malaguti Spidermax 500 RS – Long Test Ride

Lo abbiamo sfruttato per 6 mesi ogni giorno senza mai riscontrare alcun problema; fra le doti, comfort e prestazioni

Malaguti Spidermax RS500 – Long Test Ride. Finalmente – dopo 6 mesi di intenso sfruttamento dello scooterone Malaguti – possiamo tirare le somme di questo lungo test e raccontare le nostre impressioni. Dopo la versione GT, arriva il fratellino che mancava, ovvero quello più spiccatamente sportivo. Ecco Malaguti Spidermax RS500, motorizzato con un propulsore monocilindrico a quattro tempi di 493cc, con doppia accensione Twin Spark. Rispetto al fratello GT, aumentano sia la potenza che la coppia, per garantire prestazioni più adatte al carattere aggressivo del maxi bolognese. Il nuovo Spidermax RS presenta una linea più sportiva e dinamica. Il frontale, completamente ridisegnato, ricorda una moto sportiva; la luce di posizione è unica nel suo genere: accesa si illumina con la caratteristica M del marchio Malaguti. Ma le varianti non finiscono qui: è stato ridisegnato il posteriore, la carena, ricca di cromature, risulta elegante e incorpora i nuovi indicatori di direzione con vetro trasparente. Infine la marmitta ha una nuova protezione cromata e nuova inclinazione rispetto alla versione GT. Il nuovo RS vanta un capiente vano sottosella, capace di ospitare comodamente due caschi integrali o una valigetta 48 ore, che ne fa una lussuosa “cabrio” a due ruote. Le ruote di grande diametro da 16 pollici garantiscono la migliore tenuta di strada ed irreprensibilità di comportamento in ogni condizione, sia urbana che extraurbana. Spidermax 500 RS, a completamento della gamma 500, offre una versione depotenziata utilizzabile anche a 18 anni con la patente A1.

Prova su strada Per raccontare 6 mesi di utilizzo di un mezzo bisogna raccogliere carte e appunti sparpagliati quì e lì e tirare le fila. Quello che va, innanzitutto, evidenziato è che lo Spidermax RS offre un comfort che pochi concorrenti possono eguagliare: sella ampia, adeguato spazio per i piedi, ottima triangolazione pedane – sella – manubrio e un supporto per la schiena che permette di rilassarsi nelle lunghe percorrenze senza che la zona lombare risenta troppo dello sforzo. Nel capitolo comfort va citato anche il capiente baule sottosella, sebbene si sarebbe potuta considerare una diversa modulabilità dello stesso. Davvero convincente il motore che eroga i suoi XYZ cavalli con regolarità e in modo particolarmente deciso, specialmente in partenza dove deve vincere l’inerzia dei XYZ kg. Tanta potenza sarebbe nulla senza controllo ed ecco quindi che l’impianto frenante è gestito da un sistema integrale a tre dischi in grado di assicurare una decelerazione decisa e sicura, con un giusto equilibrio tra anteriore e posteriore evitando spiacevoli reazioni del mezzo ad un’errata od improvvisa frenata. Convince specialmente il posteriore che, anche se strizzato, raramente porta al bloccaggio della ruota. Importante – in qualunque condizione di guida – la sensazione di stabilità che trasmette lo Spidermax, grazie sia al lavoro del telaio, sia alle ruote che sono di evidente stampo motociclistico, con razze sdoppiate e montano pneumatici di grossa taglia: 120/80-16″ davanti e 150/70-16″ dietro. Accenniamo, infine, all’ottimo angolo di sterzo, qualità necessaria per muoversi nel traffico cittadino. Lo Spidermax viene attualmente offerto a 6.190 euro franco concessionario.

TAGS:
Articoli più letti
RUOTE IN RETE