USATA
cerca auto nuove
NUOVA

MV Agusta Brutale gamma 2013

La nuova nuda quattro cilindri mantiene la cilindrata unica di 1078 cc ma si fa in tre versioni: : Brutale 1090, Brutale 1090 R e Brutale 1090 RR. Prezzi a partire da 12.990 euro

MV Agusta Brutale 1090 gamma 2013
Ecco la nuova MV Agusta Brutale. Una nuova squadra della naked quattro cilindri di Schiranna che presenta tre modelli, riuniti sotto l’unica cilindrata di 1078 cm3: MV Agustra Brutale 1090MV Agustra Brutale 1090 R e MV Agustra Brutale 1090 RR.
Tutte e tre sono equipaggiate con un motore quattro cilindri in linea con due configurazioni di potenza massima, gestite dal controllo di trazione regolabile su 8 livelli.
Il telaio è scomponibile con sezione a traliccio in tubi di acciaio e piastre in alluminio a elevata rigidità torsionale. Il reparto sospensioni è composto da una forcella a steli rovesciati da 50 mm e da un monobraccio posteriore con ammortizzatore regolabile nel precarico. Nuovo il design dei cerchi.

Design della nuova gamma della MV Agustra Brutale 1090
Si sa quanto conta l’estetica, soprattutto quando una moto ha già conquistato il pubblico. E migliorarsi è difficile. A Schiranna hanno cambiato i dettagli della MV Agusta Brutale, continuando ad affascinare come prima. Anche più di prima.
Le luci diurne a led, disposte simmetricamente ai lati del copricruscotto, sono elementi di immediato impatto valorizzando la zona frontale e rendendo la Brutale più visibile e più sicura.
Il quattro cilindri è di color argento che enfatizza la sua compattezza. Lo stesso colore caratterizzail design dei nuovi cerchi in lega: le razze multiple sono sdoppiate e danno vita a un disegno affascinante. Il nuovo design migliora anche la maneggevolezza della Brutale 1090 grazie ad un risparmio di peso di 1,5 kg rispetto al modello precedente.
È stato ridisegnato anche il nuovo parafango anteriore, ora con ampie feritoie di alleggerimento.
Uno degli elementi chiavi del design della MV Agusta Brutale 1090 è l’impianto di scarico con i due terminali sovrapposti. Il loro aspetto enfatizza lo spirito racing della naked varesina grazie alle estremità rastremate dal taglio trasversale perentorio che ricorda gli scarichi dei dragster americani. La finitura superficiale esalta le dimensioni compatte; la nuova paratia in alluminio che evita il contatto con i collettori è stata ridefinita.
Novità anche per il nuovo gruppo ottico posteriore, ora con guidaluce a led e per gli specchi retrovisori dal design rivisto su Brutale 1090.
I modelli Brutale 1090 R e Brutale 1090 RR si distinguono dalla naked entry level grazie ai retrovisori che integrano gli indicatori di direzione e dagli indicatori posteriori a LED.
Il portatarga è essenziale, per valorizzare ulteriormente il design del compatto codino. Su Brutale 1090 la nuova sella monolitica beneficia di nuove forme, più ergonomiche, oltre che di finiture di elevato livello.

Colorazioni e prezzi della MV Agustra Brutale 1090
La nuova gamma Brutale è proposta in tre colorazioni per ciascuna versione con prezzi a partire da
12.990 euro.
La MV Agustra Brutale 1090 è disponibile nelle colorazioni Nero opaco, Bianco perlato opaco e Grigio metallizzato opaco. Il prezzo è di 12.990 euro.
La MV Agusta Brutale 1090 R costa invece 13.990 euro e si può scegliere tra le seguenti colorazioni: Nero metallizzato, Rosso pastello e Argento.
La più sportiva della Brutale, la MV Agustra Brutale 1090 RR ha un prezzo di 16.990 euro ed è disponibile in Rosso/Argento, Oro metallizzato/Bianco perlato e Blu metallizzato/Bianco perlato
16.990€

Il motore della MV Agustra Brutale 1090
L’architettura quattro cilindri in linea fa parte della storia MV Agusta e trova nel motore della gamma Brutale la sua compiuta espressione. Si tratta dell’unità di 1078 cc di cilindrata, con misure di alesaggio
e corsa rispettivamente pari a 79 e 55 mm. La distribuzione, unica nel settore, è a doppio albero a camme in testa, quattro valvole per cilindro disposte radialmente. Il raffreddamento è a liquido, ma si avvale anche di un radiatore per l’olio.
Due le configurazioni, che si distinguono per i differenti valori di potenza e coppia massime: Brutale 1090 e Brutale 1090 R raggiungono i 144 CV (106 kW) a 10.300 giri/minuto e i 112 Nm (11,4 kgm).
La MV Agusta Brutale 1090 RR tocca invece l’impressionante potenza di 158 CV (116,5 kW) a 11.900 giri con la coppia che si attesta a 100 Nm (10,2 kgm) a 10.100 giri.
Il cambio, a sei velocità con ingranaggi sempre in presa, è estraibile. La frizione multidisco in bagno d’olio su Brutale 1090 RR è dotata di un’efficace dispositivo antisaltellamento di tipo meccanico.

Ciclistica della MV Agustra Brutale 1090
La struttura mista del telaio Brutale è composta dalla sezione anteriore in tubi di acciaio alto resistenziale ALS ,completata nella zona del perno del monobraccio da due piastre in alluminio: questa configurazione garantisce il miglior rapporto tra efficacia e peso, oltre a caratterizzare ogni MV Agusta. Dimensioni e quote restano invariate: interasse di 1.438 mm su Brutale 1090 RR (1.430 su Brutale 1090 e Brutale 1090 R), avancorsa di 103,5 mm.
Sono state  affinate e perfezionate le sospensioni: all’anteriore c’è una forcella con steli di 50 mm di diametro regolabile in tutte le funzioni elastiche e meccaniche tramite appositi registri esterni. Compressione su uno stelo, estensione sull’altro, precarico della molla su entrambi. Il nuovo piede forcella permette lo sgancio rapido della zona anteriore: un tocco di funzionalità tipicamente racing. Anche il monoammortizzatore è personalizzabile nella risposta, con alcune distinzioni in base alla versione: su Brutale 1090 e Brutale 1090 R l’intervento è possibile sul freno in estensione e sul precarico della molla; su Brutale 1090 RR l’unità ammortizzante offre maggiori opzioni: oltre al precarico molla e al freno in estensione, può variare anche l’idraulica in compressione, con regolazione separata per la risposta alle alte e alle basse velocità.
L’impianto frenante di ogni Brutale è incentrato su componenti di assoluta qualità: due dischi anteriori di 310 mm di diametro per Brutale 1090, 320 mm invece per Brutale 1090 R e Brutale 1090 RR, flottanti, con fascia frenante in acciaio; un disco posteriore anch’esso in acciaio, con diametro di 210 mm. Le pinze sono a quattro pistoncini sia davanti sia dietro; su Brutale 1090 RR quelle anteriori sono Brembo monoblocco, al vertice per efficacia e contenimento del peso.

Video di presentazione della nuova gamma 2013 della MV Agusta Brutale 1090

Articoli più letti
RUOTE IN RETE