NUOVA
USATA
OPEL

Nuovo Suzuki V-Strom 2020: Nato sotto il segno del DR!

Suzuki V-Strom 2020 è una delle grandi novità di EICMA. La maxienduro si aggiorna nelle linee e nei contenuti, mantenendo la filosofia di concreta tuttofare. Ecco cosa sappiamo in attesa del debutto ufficiale

Attesa e speculazioni sono (quasi) finite, la nuova Suzuki V-Strom 2020 è stata finalmente svelata in un teaser. Si tratta di un modello estremamente importante per il marchio, d’altronde le maxienduro trainano il mercato e la V-Strom ha sempre avuto un ruolo primario in questo mercato. Ma come cambia l’ammiraglia Suzuki? Vediamolo insieme.

Rimane il nome, rimane il motore

La prima certezza è che la nuova Szuki V-Strom non cambierà nome: la sigla sul “becco” frontale mostrata nel video è piuttosto eloquente. E questo lascia intendere che non cambierà nemmeno l’architettura del motore, un bicilindrico a V, che potrebbe tuttavia portare in dote alcuni ritocchi in vista dell’Euro 5. Un aumento di cubatura e potenza non è quindi da escludere. Ci sarà una gestione elettronica più raffinata, anche se con l’ultima versione i tecnici di Hamamatsu avevano già incluso raffinatezze come il Cornering ABS. Dalle immagini del teaser possiamo però vedere un nuovo display a colori dal quale sarà possibile giocare con i diversi settaggi elettronici.

Tagiato con una Katana per tornare al DR

Il design del nuovo Suzuki V-Strom è un matrimonio a tre. Dal modello uscente sono state prese proporzioni e volumi, mentre le linee hanno mutato verso Katana e DR, due modelli estremamente rilevanti per Suzuki. Il primo è già stato riportato in auge e fa capolino sul nuovo V-Strom attraverso la linea del faro e la strumentazione. Più concettuali, invece, i richiami alla storica DR Big 800: la dual per eccellenza di Suzuki, con il suo “becco” frontale ripreso poi da gran parte dei concorrenti, svetta al frontale come a ricordare che loro, questo gioco, lo conoscono da molto tempo. Il cupolino quasi verticale ed i colori del modello in video poi sono un’altra citazione al passato sabbioso della Casa giapponese.

Nel complesso la moto sembra più slanciata e leggera, ma rimane ben riconoscibile. Il posteriore sembra rimasto piuttosto fedele al modello uscente, così come lo scarico che potrebbe essere il testimone della nuova omologazione Euro 5. Le linee sulla fiancata che ad una prima occhiata ricordano un noto brand francese sono, in realtà, un richiamo al mondo del fuoristrada che Suzuki ha applicato anche sul montante C della piccola Ignis.

Prezzi, uscita sul mercato e dati tecnici sono in arrivo: l’appuntamento è per il 5 novembre, ad EICMA.

info ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

info ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

info ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60

mobile ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

mobile ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

mobile ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60
ARTICOLI CORRELATI
OPEL
OPEL
Volkswagen Golf 1.6 TDI

Volkswagen Golf 1.6 TDI

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroen C3 Aircross

da 140€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 169€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 189€ mese

Citroen C3

Citroen C3

da 199€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 229€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroen C5 Aircross

da 329€ mese

info ADV