USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Superbike gara1 e gara2: Rea senza rivali, Bayliss dice basta

Seconda manche del Campionato Mondiale Superbike, per la prima volta in Tailandia. Nessuno riesce ad avvicinarsi a Jonathan Rea, che porta a casa una doppietta magistrale. Haslam insegue, Guintoli fatica con Honda e Bayliss lascia le corse in maniera definitiva, non senza essersi divertito

Nel secondo round del Mondiale SBK Jonathan Rea ha dato prova di una netta superiorità sulla sua Kawasaki, lasciando le briciole agli inseguitori. Con la prima piazza della Superpole, il britannico si è lanciato a fionda allo scattare del semaforo in entrambe le gare, rimanendo in testa senza dover combattere per tutto il tempo necessario.

 

A tenere testa allo strapotere di Kawasaki c’è (quasi) un Leon Haslam che, nonostante sia lontano dal pareggio in Australia (i due avevano vinto una gara a testa) ha portato la sua Aprilia sul secondo gradino del podio per due volte consecutive.

 

Sono solo 10 i punti che separano i piloti, ma se Rea continuasse a guidare con questa grinta ci sarebbe poco da scommettere. Sylvain Guintoli, campione del mondo in carica, stà soffrendo molto il passaggio a Honda, anche se un’incredibile rimonta lo ha portato a conquistare il sesto posto.

 

Troy Bayliss, alla “veneranda età” di quarantacinque anni, ha conquistato un 9° ed un 11° posto, ma nonostante l’ottima performance alla fine ha annunciato il suo ritiro definitivo dal mondo delle corse. “mi sono divertito, i fans sono stati fantastici e se dovessi tornare indietro certamente lo rifarei. Ora però è tempo di lasciare spazio ai giovani, in molti meritano lo spazio che gli è negato.”

 

così se ne và una delle leggende del motociclismo, sfilandosi la tuta a 45 anni e con un sorriso da ragazzino. Ora Ducati si metterà alla ricerca di un nuovo alfiere in attesa del ritorno di Giugliano. A stupire i tifosi italiani invece è stato un Matteo Baiocco che, battendo Bayliss, si è classificato ottavo e primo delle Ducati.

 

In ascesa Jordi Torres sull’Aprilia RSV4, nonostante lo spagnolo sia ancora al primo anno in Superbike ha dato prova di essere molto veloce classificandosi 5° in campionato. Tom Skyes, che arriva sul terzo gradino del podio in gara 1, superato da Torres nella seconda manche chiude quinto.

 

Il prossimo appuntamento con la SBK sarà per il GP d’Aragon, il prossimo 12 aprile.

 

 

Articoli più letti
RUOTE IN RETE