USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Troy Bayliss in SBK continua il mondiale con Ducati

Dopo un ritorno che ha fatto sognare migliaia di appassionati, in occasione della prima gara del mondiale Superbike a Phillip Island, Troy Bayliss sarà presente anche in Tailandia per il secondo round: Sostituirà Davide Giugliano sulla Ducati Panigale, e forse lo vedremo anche in Spagna e Olanda

La leggenda di Troy Bayliss continua: l’australiano, dopo aver vinto tre titoli mondiali in Superbike, è tornato a dire la sua all’età di 45 anni sulla Ducati Panigale R durante la gara di apertura a Phillip Island.

Una serie di circostanze inaspettate, tra cui l’infortunio di Davide Giugliano in una brutta caduta durante le prove prima e la brutta notizia che il pilota si sarebbe dovuto assentare per 4 gran premi poi, hanno fatto sì che Troy Bailiss tornasse alla carica nel mondiale SBK.

Troy sarà quindi in Tailandia per il round del 22 marzo, esattamente 8 giorni prima di festeggiare il suo 46° compleanno. Mentre Phillip Island è stata dominata da Rea, Haslam e Davies, in Tailandia la pista sarà nuova per tutti e, avendo avuto modo di sgranchirsi un po’, siamo sicuri che Bayliss riuscirà a dare il meglio.

Il mito Ducati sarà probabilmente scelto anche per gli appuntamenti Superbike che si terranno in Spagna ed Olanda e, perché no, per tutto il mondiale. Se le sue performance convincessero la casa di Borgo Panigale, ci sarebbe la concreta possibilità di vedere ben tre Panigale R del Ducati Aruba Team dai gran premi di Imola in poi (quando tornerà Giugliano).

 

La scelta oltre che mediatica diventa intelligente se pensiamo che un campione del calibro di Troy Bailiss ha sempre da dire la sua e, dato l’impegno di Michele Pirro come tester MotoGP, l’australiano si rivela la scelta più azzeccata. Non vogliamo fare pronostici su quelli che saranno i risultati, ma sappiamo per certo che lo spettacolo sarà assicurato!

Buona fortuna Troy

 

Articoli più letti
RUOTE IN RETE