Yamaha MT-09

Yamaha MT-09 ha un’anima sportiva, una versatilità da naked e un controllo da supermotard che fonde le prestazioni delle maxy-naked con la versatilità delle motard. Presente ad Eicma 2013, eroga 115 cv (84,6 kW) a 10.000 giri/min

E’ il primo modello Yamaha a sfruttare il motore tre cilindri. Yamaha MT-09 ha un’anima sportiva, una versatilità da naked e un controllo da supermotard che fonde le prestazioni delle maxy-naked con la versatilità delle motard e riprende dalle MT il “family feeling” per il design complessivo, focalizzato sulla parte centrale della moto, dove trova spazio il motore tre cilindri.

Il motore tre cilindri
Il cuore della MT-09, presente ad Eicma 2013, è un motore tricilindrico da 847 cc in grado di erogare 115 cv (84,6 kW) a 10.000 giri/min. e una coppia di 87,5 Nm a 8.500 giri. L’adozione del motore a 3 cilindri rende  la moto più leggera, snella e compatta di una quadricilindrica: pesa circa 10 kg in meno rispetto a quello di FZ8.

Ciò ha permesso di realizzare un telaio compatto e quindi molto maneggevole. La larghezza complessiva del motore è stata ridotta anche inserendo a pressione gli ingranaggi sull’albero, una soluzione che ha permesso di ridurre lo spazio tra i cilindri.

Il telaio a diamante in alluminio, la forcella a steli rovesciati da 41 mm e mono posteriore, che rendono il peso pari a soli 188 kg (191 per la versione abs). Il rapporto peso/potenza e la posizione da motard promettono una guida molto agile, con prestazioni innanzi tutto sfruttabili anche su strada. Una guida agile grazie anche al sistema Yamaha D-Mode che consente di personalizzare su tre differenti livelli di performance la risposta del motore grazie a diverse mappatura della centralina: standard, massima potenza, fondi viscidi o città.

Disponibile da settembre 2013 Yamaha MT-09 si può scegliere nei colori: Deep Armor con grafiche MT sul serbatoio; Blazing Orange con grafiche MT sul serbatoio; Race Blu; Matt Grey.

Le caratteristiche tecniche di Yamaha MT-09
Per quanto rigurda le caratteristiche tecniche il motore è da 847 cc, 4 tempi, 3 cilindri, 4 valvole, DOHC, raffreddato a liquido, da 115 CV a 10.000 giri/min (85 Nm a 8.500 giri/min); alesaggio x corsa 78 mm x 59,1 mm; albero motore a 120º con intervalli di accensione a 0º, 240º and 480º; rapporto di compressione 11,5:1; iniezione elettronica con YCC-T; serbatoio da 14 litri con oltre 240 km di autonomia; pistoni forgiati in alluminio e cilindri con riporto diretto; aspirazione con condotti di lunghezza diversa; nuova trasmissione a 6 marce con frizione compatta; impianto di raffreddamento semplificato; scarico integrato, marmitta 3 in 1; coppa dell’olio compatta, permette un angolo di piega di 51°; mappatura regolabile con sistema D-Mode Yamaha; motore compatto e leggero: solo 60 kg.

La ciclistica di Yamaha MT-09
Per quanto riguarda la ciclistica queste solo le caratteristiche: telaio pressofuso in alluminio; forcellone asimmetrico pressofuso in alluminio; perni del forcellone montati all’esterno del telaio per ridurne l’ingombro; peso in ordine di marcia 188kg (ABS 191kg), peso a secco* 171kg (ABS 174kg); sospensione Monocross con ammortizzatore orizzontale regolabile; forcella a steli rovesciati da 41 millimetri regolabile; cerchi a 10 razze in alluminio; pneumatici radiali da 17 pollici, 120/70Z ant. e 180/55Z post; serbatoio 14 litri; due dischi anteriori flottanti da 298 millimetri con pinze radiali a 4 pistoncini contrapposti; pedale del freno e leva del cambio forgiati in alluminio; gruppo ottico posteriore a LED con fasci luce separati, l’intera superficie s’illumina durante le frenate; strumentazione asimmetrica full LCD.

ARTICOLI CORRELATI