USATA
cerca auto nuove
NUOVA

F1 2020: rinviati i GP d’Olanda, Spagna e Monaco, si riparte a Baku?

A causa dell'aumento dei contagi causati dall'emergenza Coronavirus, la FIA e i proprietari della Formula 1 hanno deciso di rinviare i prossimi tre Gran Premi della stagione 2020

Il Coronavirus non si ferma: a farne le spese non siamo solamente noi cittadini in prima persona, ma anche il mondo del motorsport, ormai costretto ad annullare e rinviare tutti gli eventi in programma quest’anno. Un destino che ha dovuto accettare anche la Formula 1: dopo l’annullamento “all’ultimo momento” del GP d’Australia e il posticipo dei successivi appuntamenti del Bahrain, della Cina e del Vietnam, gli organizzatori del Circus iridato hanno dovuto prendere la difficile decisione di rinviare anche le successive tre tappe del Mondiale 2020, vale a dire il GP d’Olanda, quello di Spagna e quello di Monaco.

Inizialmente FIA e Liberty Media avevano optato per spostare la consueta pausa estiva tra luglio e agosto al periodo attuale di marzo-aprile, per un periodo totale di tre settimane: un tentativo che, alla fine, non ha ottenuto il risultato sperato, visto il progressivo dilagarsi dell’epidemia Covid-19. Una pandemia che sta lentamente sgretolando un Mondiale che ha visto le nuove monoposto 2020 scendere in pista solamente nei test pre-stagionali di Barcellona… e che non sappiamo con certezza quando le potremo nuovamente rivedere in azione sui circuiti di tutto il mondo.

F1 2020 Barcelona Testing

La Formula 1, la FIA e i tre promoter dei GP d’Olanda, di Spagna e di Monaco hanno preso questa decisione al fine di garantire la salute e la sicurezza del personale viaggiante, dei partecipanti al campionato e dei tifosi, che rimane la nostra preoccupazione principale“, questo si legge nel comunicato stampa ufficiale, che sottolinea anche la possibilità di poter recuperare queste tre tappe in un secondo momento durante la stagione.

Ora la speranza è quella di poter vedere in azione team e piloti del Mondiale di F1 2020 a partire dal Gran Premio d’Azerbaijan, previsto per il 7 giugno sul circuito cittadino di Baku: nulla, ovviamente, è dato per scontato, così come la possibilità di rinviare il debutto delle prossime monoposto del 2021 alla stagione successiva. La proposta, attualmente al vaglio di FIA, Liberty Media e dei vari Reparti Corse, è quella di “congelare” lo sviluppo delle attuali vetture, in modo da poterle riutilizzare anche l’anno prossimo. Un vantaggio considerevole, che non obbligherebbe i team a realizzare una nuova monoposto durante il prossimo inverno, ma piuttosto permetterebbe loro di concentrarsi unicamente sullo sviluppo aerodinamico piuttosto che sul miglioramento delle parti meccaniche. In ogni caso, anche per l’esito di questa decisione, bisogna aspettare.

F1 2020 Barcelona Testing

TAGS:
RUOTE IN RETE