MotoGP 2019, GP di Thailandia: tris di Yamaha con Quartararo davanti a tutti nelle libere di Buriram

Il venerdì di libere del GP di Thailandia ha promosso il francese Fabio Quartararo, bravo a mettere in riga Vinales e il compagno di squadra Franco Morbidelli

Le Yamaha non mollano la presa: sul circuito di Buriram, che oggi ha dato il via al venerdì di libere che domenica porterà al GP di Thailandia, le M1 hanno subito artigliato la testa della classifica, imponendosi prima con Maverick Vinales (al mattino) e poi con Fabio Quartararo, che nel turno pomeridiano ha fermato il cronometro sul miglior tempo di giornata in 1’30”404.

Il francese del team Petronas si è dimostrato incisivo sia nel time attack… che nel passo gara, replicando giro dopo giro alle prestazioni dei suoi avversari. Il primo degli sconfitti è proprio Vinales, che in sella al prototipo del team Factory ha pagato quasi decimi: un distacco molto simile a quello accusato dal nostro Franco Morbidelli, terzo con la seconda M1 malese per un trio di Yamaha che fa davvero paura in vista delle qualifiche di domani.

MARQUEZ CADE E SI RIALZA

Su un circuito con due rettilinei molto lunghi come quello di Buriram ci aspettavamo anche la Ducati tra le posizioni che contano… e così è stato: ancora una volta, però, è quella privata di Jack Miller a diventare la più veloce di giornata, con un quarto tempo 35 millesimi più rapido rispetto a quello stampato dal nostro Valentino Rossi, quinto assoluto in sella alla seconda Yamaha ufficiale.

Marc Marquez caduta MotoGP Thailandia Buriram

E Marquez? Il Campione del Mondo in carica è rimasto vittima di un brutto highside nelle FP1 che sembrava averlo messo al tappeto: la caduta, fortunatamente, gli ha provocato solo un gran dolore alla schiena e alla gamba sinistra, che tuttavia non gli ha impedito di scendere in pista nelle FP2. Dove si è subito imposto davanti a tutti dando quasi l’impressione che non fosse successo nulla! Alla fine, però, il capitano del team Honda Repsol si è dovuto accontentare del sesto riferimento assoluto, un 1’30”891 distante meno di mezzo secondo dalla prestazione di Quartararo.

DUE SUZUKI IN TOP TEN

Settimo tempo per la sempre più convincente Aprilia di Aleix Espargarò, capace di mettere in riga per soli 20 millesimi la prima Ducati ufficiale di Andrea Dovizioso. Anche se il Chang International Circuit sembrerebbe, sulla carta, favorevole alle Rosse di Borgo Panigale, il “Dovi” non ha brillato, così come il suo compagno di squadra Danilo Petrucci. Addirittura 11esimo e al momento fuori dalla Q1: un pericolo concreto per il “Petrux”, dal momento che domani e domenica la pioggia potrebbe arrivare a scombussolare le carte in tavola.

Joan Mir Suzuki Ecstar MotoGP Thailandia Buriram

Condizioni che, al contrario, non dovrebbero mettere in crisi le Suzuki, entrambe nella Top 10 di questo venerdì di libere: con il suo 1’31”086 lo spagnolo Joan Mir ha preceduto il connazionale Alex Rins, ancora in lizza per il secondo posto in Campionato ma oggi impossibilitato a fare meglio del decimo tempo assoluto. Ancora tanta frustrazione, invece, per Jorge Lorenzo, addirittura 20esimo e alle prese con una Honda difficile da portare al limite: che stia ancora pagando il conto dell’infortunio rimediato ad Assen?

Classifica venerdì prove libere MotoGP Thailandia Buriram

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI