Risultati MotoGP 2016, Sepang: pole a Dovizioso, Rossi secondo

Andrea Dovizioso conquista la pole position nel GP della Malesia, piazzandosi davanti a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Quarto posto sulla griglia di partenza per Marquez, seguito dalla Honda di Crutchlow e dalla Ducati di Iannone.

Dopo il trionfo di Crutchlow a Sepang, la MotoGP si sposta questa settimana in Malesia, sul circuito di Sepang. Costruito nel 1999 con tecnologie moderne, questo tracciato vanta quattro curve lente seguite da vari rettilinei e una decina di curve abbastanza rapide, che favoriscono i sorpassi e le elevate velocità.

Andrea Dovizioso conquista oggi la seconda pole position stagionale su un tracciato bagnato, segnando un tempo pari a 2’11.485. A seguire, le Yamaha di Valentino Rossi (2’11.731) e di Jorge Lorenzo (2’11.787). Seconda fila per Marc Marquez, che segna un tempo pari a 2’11.874, per Crutchlow con 2’12.558 e per la Ducati di Andrea Iannone (2’12.598), finalmente rientrato dopo la caduta nelle prime libere di Misano. La terza fila è invece occupata dalle Suzuki di Aleix Espargaro (2’12.869) e di Maverick Vinales (2’12.981), seguiti dall’Aprilia di Alvaro Bautista (2’13.325) e dalla Ducati di Loris Baz (2’13.452).

Queste le parole di Dovizioso al termine delle qualifiche: “È stato un turno strano, ho adottato una strategia diversa da tutti gli altri perché sono partito con la gomma morbida, non ho forzato, poi ho visto che si muoveva troppo e sono passato alla dura: ho provato ed è andata bene anche c’era bisogno di un giro per adattarsi. Con un giro in più ancora potevo scendere ulteriormente con il tempo”.

Rossi è soddisfatto del suo tempo: “Va molto bene, siamo cresciuti dopo le Libere 4, ma con una modifica giusta mi sono subito trovato bene. Ho spinto subito, sono partito bene mettendo in temperatura le gomme e la prima fila va bene. Le condizioni restano difficili, siamo veloci sia su asciutto, sia sul bagnato e io spero in condizioni definite per la gara, sennò sul misto sarà una lotteria, perché il limite di questo asfalto è che non si asciuga rapidamente”.

Infine, le dichiarazioni di Iannone: “Ho pagato il turno perso venerdì sull’acqua perché avevo meno informazioni degli altri, ma la prestazione è buona. Fisicamente mi sento bene: cercheremo di ottenere il meglio senza rischiare troppo”.

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 295.4 2’11.485
2 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 296.5 2’11.731 0.246 / 0.246
3 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 303.2 2’11.787 0.302 / 0.056
4 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 302.7 2’11.874 0.389 / 0.087
5 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 304.3 2’12.558 1.073 / 0.684
6 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 282.4 2’12.598 1.113 / 0.040
7 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 303.4 2’12.869 1.384 / 0.271
8 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 295.5 2’12.981 1.496 / 0.112
9 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 294.1 2’13.325 1.840 / 0.344
10 76 Loris BAZ FRA Avintia Racing Ducati 294.9 2’13.452 1.967 / 0.127
11 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 284.7 2’13.707 2.222 / 0.255
12 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 290.5 2’13.973 2.488 / 0.266

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI