USATA
cerca auto nuove
NUOVA
SPECIALE

SBK 2009 – Donington – Gare

In gara1 Spies fatica a tenere dietro Biaggi che si regala il secondo posto e il secondo podio ad Aprilia; Haga solo terzo. In gara 2 Spies vince in solitaria, dietro a lui cadono quasi tutti, non Haslam secondo né Fabrizio terzo.

Gara1. Abbiamo lasciato il solito Ben Spies in poleposition e lo ritroviamo così in partenza, in compagnia, sulla prima fila, delle due Aprilia di Biaggi e Nakano, intramezzate dalla Ducati Sterilgarda di Byrne, che gioca in casa. Si pensa, si spera, che le due Ducati ufficiali, da dietro balzino in avanti a contendere la prima posizione a Ben Spies, Yamaha.
Semaforo verde ed effettivamente Haga parte benissimo, ma davanti riesce a chiudere la prima curva, davanti a tutti, Ben Spies, che anticipa Biaggi. Seguono Haga, Byrne, checa e Nakano, mentre Fabrizio rimane indietro. Proprio il pilota romano della Ducati Xerox, comincia a dimostrare di non voler rimanere indietro e attacca Rea che lo precede, mentre Haga vuole subito mettersi dietro Biaggi, che però non molla.
Basta poco che il terzetto di testa, composto da Spies, Biaggi e Haga, se ne vada in solitaria, imprimendo alla gara un passo insostenibile per tutti gli altri. Checa è proprio uno di quelli che non tengono e viene superato subito da Sykes e, poco dopo, verrà passato anche dal compagno di squadra Rea.
Spies continua a martellare tempi stratosferici, Biaggi rilancia su tutti e continua a tenere il passo dell’americano, Haga, invece, comincia a perdere colpi e a rimanere indietro. Cadono Sykes e Lavilla e per loro finisce la gara. Intanto Fabrizio non riesce a venir fuori dal duello con Rea, con il quale si superano e risuperano quasi ogni giro, ma il romano, a causa di un problema al cambio, sarà costretto a rinunciare alle speranze di recupero e anzi faticherà a contenere i danni, venendo superato da Hopkins prima e da Smrz poi e addirittura da Kiyonari.
Biaggi intanto saggia le capacità del texano e porta sempre più sotto la sua Aprilia, di contro l’americano deve rifiatare un attimo e non può fare giri sempre più veloci all’infinito. Al ventesimo giro Spies passa sul traguardo facendo segnare un 1’31″424, mentre Biaggi risponde con un 1’31″186; l’americano sa che non deve mollare proprio ora e abbandona la ragione per cominciare a guidare come un pazzo, staccando sempre tardi, intraversando la moto e stando così piegato per tenerla da toccare quasi con il sedere, mentre dietro Max, nel suo impeccabile stile da esperto navigato qual è, continua a non mollare, anche se l’americano riesce a guadagnare qualche metro, quel tanto che basta per impedire a Max di infilarlo alla prima occasione. Poche curve dalla fine, Spies esce dalla curva, con attaccato Biaggi, che inaspettatamente rallenta e comincia a scuotere la moto, per farla ripartire: sembra finita la gara con una beffa per Max, che invece di regalarsi un podio per il suo trentottesimo compleanno, debba arrendersi per uno stupido guasto tecnico, quando per fortuna la sua Aprilia riparte, prima che il distante Haga abbia potuto raggiungere Biaggi, che così riesce a chiudere secondo dopo Spies. Arriverà poi Haga, seguito dagli autoctoni Haslam, Byrne e dall’altra ottima aprilia di Nakano.
Continua l’avanzata, nel campionato, da parte di Spies su Haga, che contiene le perdite con questa terza posizione, mentre Biaggi festeggia il suo compleanno con la seconda posizione, il secondo podio per lui e per la velocissima moto di Noale.

1  19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 34’57.230 (158,831 kph)
2   3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 7.156
3  41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 10.968
4  91 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 18.843
5  67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 19.125
6  56 Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 Factory 21.286
7  65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 23.644
8 121 Hopkins J. (USA) Honda CBR1000RR 32.849
9  96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 32.904
10   9 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 33.192
11   7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 34.535
12  84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 35.093
13  22 Camier L. (GBR) Yamaha YZF R1 35.441
14  57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 39.034
15 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 41.067
16  14 Lagrive M. (FRA) Honda CBR1000RR 46.452
17  71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 47.924
18  23 Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R 48.246
19  99 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 50.932
20 117 Andrews S. (GBR) Kawasaki ZX 10R 55.032
21   2 Hacking J. (USA) Kawasaki ZX 10R 55.216
22  53 Polita A. (ITA) Suzuki GSX-R 1000 K9 1’02.758
23  25 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 1’02.977
24  94 Checa D. (ESP) Yamaha YZF R1 1’12.255
25  79 Young B. (USA) Suzuki GSX-R 1000 K9 1’12.531
RET  11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 
RET  27 Ellison J. (GBR) Yamaha YZF R1 
RET  88 Resch R. (AUT) Suzuki GSX-R 1000 K9 
RET  66 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 
RET  36 Lavilla G. (ESP) Ducati 1098R 
RET  77 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR

Sponsor

Mercedes GLA
Mercedes GLA
OFFERTA Zero km con maxi sconto !

Sponsor

Audi Q3
Audi Q3
OFFERTA Km zero super offerta !

Sponsor

Volkswagen T-Cross
Volkswagen T-Cross
OFFERTA Ancora da immatricolare !

Sponsor

Mercedes GLA
Mercedes GLA
OFFERTA Zero km con maxi sconto !

Sponsor

Audi Q3
Audi Q3
OFFERTA Km zero super offerta !

Sponsor

Volkswagen T-Cross
Volkswagen T-Cross
OFFERTA Ancora da immatricolare !
SPECIALE
SPECIALE
RUOTE IN RETE