WRC Gran Bretagna 2018: le dichiarazioni del team Citroën pre gara

"Abbiamo fatto tutto il possibile per metterci nelle migliori condizioni"

Mads Ostberg e Craig Breen, piloti ufficiali di Citroën Total Abu Dhabi WRT, sanno ciò che li attende.

Mads è già salito sul podio in due occasioni (2° nel 2011 e 3° nel 2014), e l’ultima volta era con il team Citroën: da qui la sua intenzione cogliere lo stesso risultato.

Anche Craig Breen, galvanizzato dalla vicinanza della sua Irlanda natale, ha mostrato una buona velocità lo scorso anno sulla C3 WRC e ora vuole combattere per le prime posizioni

Pierre Budar, Direttore di Citroën Racing “Considerando che il meteo può influenzare le nostre prestazioni del primo giorno, abbiamo fatto tutto il possibile per metterci nelle migliori condizioni, in particolare con una buona sessione di guida sul posto. A Craig e Mads piace questa gara atipica che conoscono bene e, tenendo sempre presente che è importante non cadere nelle trappole della terra grassa, anche con tempo asciutto, abbiamo buone possibilità di andare bene”.

Craig Breen “Sono il più vicino a casa, quindi questo rally è speciale per me, soprattutto perché ho buoni ricordi. Ne conosco bene il profilo, le speciali, e poi ho avuto ottime sensazioni durante le prove, quindi voglio cogliere un buon risultato. La difficoltà è analizzare il livello di aderenza nel minor tempo possibile, basandosi sulle proprie percezioni, sul colore della terra, e sull’esperienza degli anni precedenti. Se il clima sarà asciutto, la terra sarà abrasiva e bisognerà fare attenzione con le gomme”.
Numero di partecipazioni alla prova: 7 Risultato migliore: 12° (2010)

Mads Østberg “ È un appuntamento che mi piace molto, perché qui ho avuto delle buone esperienze. L’anno scorso la C3 WRC è andata bene su questo terreno e i nostri test sul posto la scorsa settimana sono stati molto produttivi, quindi vado alla partenza con fiducia. Su una gara di puro attacco come questa, è fondamentale avere un feeling perfetto con la vettura, con le note, e cercare di non farsi sorprendere dai tratti che possono essere improvvisamente molto scivolosi”.
Numero di partecipazioni alla prova: 12 Risultato migliore: 2° (2011)

 

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE