Audi Q1 confermato il nuovo modello della famiglia Q

Lo stabilimento di Ingolstadt darà vita a partire dal 2016 alla nuova Audi Q1. L'annuncio è stato dato in maniera ufficiale dalla stessa Casa tedesca, che conferma quindi le insistenti voci sul possibile arrivo di un suv compatto posto al di sotto della Q3

La Casa dei Quattro Anelli conferma in via ufficiale che il suv compatto Audi Q1 verrà prodotto a partire dal 2016 nello stabilimento tedesco di Ingolstadt. Era da tempo che si vociferava di un possibile arrivo della Q1, ma ora l’annuncio ufficiale fuga ogni dubbio e conferma che vi sarà una sport utility vehicle da posizionare al di sotto dell’Audi Q3. Queste le parole del CEO Ruper Stadler sulla nuova Audi Q1: “darà un grande contributo alla continua crecita dell’azienda e ne rafforzerà la competitività a livello internazionale”.

La Audi Q1 è stata progettata con il chiaro intento di ampliare la gamma di vetture offerte, che entro il 2020 dovrebbe passare da 49 a 60, per un totale di oltre 2 milioni di auto vendute ogni anno. In questo modo inoltre, l’impianto produttivo di Ingolstadt viene sfruttato appieno. Lo stabilimento tedesco produce già le Audi A3, A4 e A5 e secondo quanto dichiarato dal Presidente del Consiglio dei Lavoratori Peter Mosch deve divenire “il primo polo tecnologico del gruppo Audi”.

Le principali avversarie della futura Audi Q1 sono la MINI Countryman e la prossima Fiat 500X, oltre alle altre suv/crossover già presenti sul mercato. La piattaforma dell’Audi Q1 ha motore trasversale e stando alle prime immagini teaser sembra prefigurare un suv compatto dai grandi cerchi in lega, forme della carrozzeria tese e spigolose ed una linea sicuramente sportiva. Dal 2006 ad oggi la famiglia “Q” di Audi ha venduto nel mondo oltre 1,5 milioni di vetture. Di questa famiglia fanno parte: Audi Q3, RS Q3, Q5, SQ5 e Q7, con la Q5 che è di gran lunga il modello più venduto. Stando alle ultime previsioni, se la famiglia Q al momento rappresenta il 28% dell’offerta, entro il 2020 dovrebbe arrivare al 35% del totale delle vendite.

ARTICOLI CORRELATI