Auto di lusso restituite a Milano per paura della Finanza

Negli ultimi mesi si registra, soprattutto nel capoluogo lombardo, un vero e proprio boom di supercar come Lamborghini e Maserati restituite alle concessionarie per paura dei controlli della Finanza

Di fronte ai ripetuti controlli incrociati effettuati dalla Guardia di Finanza negli ultimi tempi, i proprietari di costose supercar stanno reagendo in maniera piuttosto impulsiva, recandosi in massa a restituire i loro bolidi presso le concessionarie ufficiali dei vari marchi.

Una decisione, quella adottata da molti fortunati proprietari di Lamborghini, Maserati, Bentley e quant’altro, che non ha nulla a che fare con l’impossibilità di mantenere le loro supercar, ma con la paura (ingiustificata, se avessero la coscienza a posto) di venire sottoposti a ripetuti controlli sui loro redditi e le loro dichiarazioni. Un fenomeno questo che si sta registrando soprattutto in Lombardia ed in particolare a Milano, dove molti tra imprenditori, liberi professionisti, artigiani e persino persone dello spettacolo stanno rinunciando alla loro appariscente vettura sportiva per cambiarla con una decisamente meno appariscente e che non attragga come un magnete i controlli delle autorità competenti.

Un responsabile di una concessionaria Lamborghini alle porte di Milano conferma: «Da dicembre circa una trentina di proprietari si sono presentati da noi chiedendo il ritiro dell’usato. In molti casi la motivazione è proprio il timore di subire controlli approfonditi dal Fisco».  A resistere è solo il marchio Ferrari, grazie in primo luogo ai collezionisti ed ai tempi d’attesa per la consegna molto lunghi, che rendono le Rosse oggetti sempre molto ricercati nonostante la crisi.

ARTICOLI CORRELATI