USATA
cerca auto nuove
NUOVA

BMW X5 xDrive40e, l’ibrida plug-in provata su strada e sulla neve

Bmw allarga la famiglia delle vetture ibride plug-in, con la recentissima X5 xDrive 40e e l’inedita Serie 2 Active Tourer 225 xe. Infomotori ha partecipato alla presentazione di entrambe, avvenuta sulle nevi dell’Alta Val Badia.

I veicoli con propulsione ibrida sono il futuro più prossimo dell’automobile ed, in attesa di batterie sempre più efficienti, lo sono le cosidette plug-in: quelle, cioè, in cui le batterie si possono caricare anche con la corrente elettrica, oltre che con l’energia cinetica che si ricava da frenate, decelerazioni e discese. Le plug-in offrono il vantaggio di garantire autonomi e più estese in modalità solo elettrica (qualche decina di km, contro i sei o sette delle ibride «semplici»): più che sufficiente, quindi per gli spostamenti urbani quotidiani di lavoro, che raramente superano i venti km.

Bmw ha intrapreso da tempo questa strada e sta allargando rapidamente la sua famiglia di ibride plug-in: alla prima, lo Sport activity vehicle, Bmw X5 xDrive 40e, aggiunge adesso anche la più abbordabile, economicamente parlando, Serie 2 Active Tourer 225xe, monovolume compatta e versatile. Per dimostrarne tutte le potenzialità e qualità ha così portato la stampa specializzata a Corvara, in Alta Badia, dove, da dicembre, ha funzionato un’installazione utile a far provare a possibili clienti l’intera gamma del marchio. E, rendendo la dimostrazione perfettamente realistica, ha potuto godere di una copiosa nevicata (quanto mai gradita anche agli operatori turistici della zona).

Le due vetture sfruttano identica tecnologia, ma con «filosofie» diverse: sulla X5, infatti, il motore termico (un 2.0 litri biturbo benzina) e quello elettrico sono entrambi collocati a monte del noto ed efficiente cambio automatico ad 8 rapporti, mentre sulla Serie 2 il motore termico (un tre cilindri biturbo benzina) è all’anteriore e quello elettrico è tra le ruote posteriori.

Naturalmente, l’azione sinergica dei propulsori è controllata dall’elettronica di bordo, che si avvale anche delle informazioni sul percorso fornite dal Gps del navigatore. Il guidatore deve solo scegliere, con la semplice pressione su un tasto, se intende avvalersi della funzione automatica (la più comoda nella guida di ogni giorno, anche in condizioni difficili), di quella più sportiva (nella logica dell’erogazione di potenza) o di quella conservativa (che preserva il 50% della carica delle batterie, in previsione, magari, dell’arrivo in una zona in cui convenga spostarsi solo elettricamente, come i centri storici urbani).

La Bmw X5 dispone di un potenza di sistema di ben 313 Cv, può andare da 0 a 100 km/h in soli 6,8″, sfruttadno la coppia «elettrica» che è disponibile tutta istantaneamente, ma, grazie alla parte svolta dal motore elettrico, «dichiara» consumi di soli 3,4 litri di benzina per 100 km. Notevole anche la potenza totale a disposizione della 2 Active Tourer, che può contare su 224 Cv (con uno 0-100 in soli 6,7″ ed una velocità massima di 202 km/h) e promette un consumo combinato di soli 2,1 litri/100km. Per i consumi, in ogni caso, è necessario tenere conto anche di quelli elettrici: la X5, ad esempio, richiede per una ricarica delle batterie agli ioni di litro 15,4 kW/h per 100 km. Se avete installato nel vostro garage la «Wallbox» di Bmw, potete procedere ad una ricarica completa in circa 3 ore e 15 minuti; se invece utilizzate una colonnina pubblica ad alto amperaggio, il tempo si riduce a poco più di due ore. Bassisime le emissioni di CO2 omologate: 78 grammi per la X5 xDrive 40e e solo 49 per la Serie 2 Active Tourer 225xe.

La neve che ha ricoperto Corvara durante i test ha reso durissima la prova a cui sottoporre le due Bmw plug-in, sia sui tornanti dei passi dolomitici (tra cui l’Armentarola, il Pordoi ed il Gardena), sia nel percorso riservato in una cava di sabbia, sepolta sotto un’accecante coltre bianca, sia nel parcour (ovvero il percorso attrezzato preparato a Corvara, con i classici ponti, twist, ecc.). Si è apprezzata nettamente l’azione combinata dei motori «ibridi» in unione alla trazione xDdrive (che ha da poco festeggiato i 30 anni, avendo debuttato a Francoforte nel 1985 sulla 325i Allrad): al guidatore non resta che gestire acceleratore e sterzo, poi le vetture se la cavano egregiamente da sole. È davvero piacevole anche sentire come i due motori e la trazione compensino, ad esempio, la perdita di aderenza di una o più ruote. Il rischio, semmai, è quello di eccedere nella dinamicità di guida, visto l’alto livello di sicurezza percepita.

Le nuove Bmw plug-in hanno listini allineati a quelli delle versioni termiche con egual potenza. La X5 xDrive40e parte da 72.600 euro, la Serie 2 Active Tourer 225xe da 38.700, negli allestimenti d’ingresso. Come sempre, la ricchissima e qualificata lista degli optional bavaresi può far lievitare parecchio i prezzi.

Massimo Cortesi

TAGS:

Sponsor

DasWelt Auto Volkswagen
DasWelt Auto Volkswagen
OFFERTA Una Golf pensa a tutto. Anche alle prime tre rate.
Golf 1.6 TDI con PVV da 129 €/mese TAN 5,99% TAEG 7,54% con rimborso delle prime tre rate
Volkswagen
up! 3p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 11.500€
Volkswagen
up! 5p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 12.000€

Sponsor

DasWelt Auto Volkswagen
DasWelt Auto Volkswagen
OFFERTA Una Golf pensa a tutto. Anche alle prime tre rate.
Golf 1.6 TDI con PVV da 129 €/mese TAN 5,99% TAEG 7,54% con rimborso delle prime tre rate
Articoli più letti
RUOTE IN RETE