BMW X6 M

Prime foto ufficiali per la poderosa BMW X6 M: look aggressivo e V8 biturbo da 555 cavalli per far tremare Porsche Cayenne Turbo, Infiniti FX50 e Mercedes ML 63 AMG V-Max. Presentata al Salone di New York

BMW X6 Spiata, attesa, controversa… in ogni caso, finalmente è quì, ed è al centro dell’attenzione. Ci riferiamo alla BMW X6 M, massima espressione della SUV Coupè bavarese. I puristi di casa BMW e gli appassionati del blasonato marchio Motorsport gridano al sacrilegio di fronte a questo mastodonte pesante ben oltre due tonnellate e spinto da un poderoso V8 di 4.4 litri che grazie ad iniezione diretta e trubo a doppio stadio di derivazione nautica sprigiona la bellezza di 555 cavalli. Siamo tutti d’accordo sul fatto che una BMW M3 o la neo-pensionata Z4 M rappresentino alla perfezione l’essenza dell’auto sportiva. Questa X6 M è ammantata però da un fascino particolare: assetto pesantemente ribassato, fianchi ipertrofici, estremamente muscolosi. Un fascione anteriore quantomai tormentato da prese d’aria grandi come voragini, una linea di scarico posteriore capace di trasmettere complessi d’inferiorità ad una Corvette anni ’70. Tutto questo è BMW X6 M. Una vera sfida per la casa di Monaco, un passo ardito che spinge al massimo la contaminazione tra sport utility e vettura sportiva. Chi presagiva un flop commerciale per l’X6 standard si è dovuto ampiamente ricredere, e tutto lascia presagire che la nuova versione “M” diventerà oggetto del desiderio per calciatori, capitani d’azienda e VIP o presunti tali poco inclini al passare inosservati.

Resta da dire che molti dei pregiudizi su questa vettura cadono una volta provata, almeno a livello di piacere di guida. L’X6 è una vera BMW, reattiva, agile come nessun’altra SUV e decisamente appagante. L’ottima trazione integrale xDrive trova nella SUV Coupè di Monaco una delle sue espressioni più alte, sfoggiando un’aderenza ai limiti del possibile e un assetto sostanzialmente neutro anche nelle manovre al limite. Probabilmente, queste sensazioni saranno riporoposte all’ennesima potenza dall’X6 M, forte oltre che di un motore straordinario, di profonde modifiche a freni, sospensioni e gestione elettronica della dinamica. Allo stesso modo, chi la giudica una vettura anacronistica, ingombrante ed inquinante (nonostante il raffinato sistema Efficent Dynamics) troverà in questa versione da 555 cavalli ulteriori punti per avvalorare la propria tesi. Polemiche a parte, una cosa è certa: non vediamo l’ora di provarla.

ARTICOLI CORRELATI