USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Bollo auto: dal 20 agosto parte la cancellazione degli arretrati non pagati

Tra le misure previste dal decreto Sostegni è presente anche l'annullamento della riscossione del bollo auto non pagato entro i 5.000 Euro totali nel decennio 2000-2010

Dopo le recenti modifiche attuate a causa della proroga dello stato d’emergenza della pandemia da Coronavirus, presto arriverà un’altra novità per quanto riguarda il pagamento del bollo auto: grazie alle misure introdotte con il decreto Sostegni di marzo, infatti, dal 20 agosto l’Agenzia delle Entrate andrà a completare l’iscrizione a sistema dei contribuenti con debiti rilevati nel periodo 2000-2010, annullando di fatto tutte le cartelle esattoriali non riscosse nel medesimo periodo.

Questo “condono” dal pagamento del bollo auto, tuttavia, riguarderà solamente la notifica al contribuente tra il primo gennaio del 2000 e il 31 dicembre del 2010 per arretrati fino a 5.000 Euro relativi a persone fisiche o aziende che, nel 2020, abbiano dichiarato un reddito massimo di 30.000 Euro relativo all’anno precedente.

Come ben capite, quindi, non si tratta di un annullamento definitivo del bollo auto, ma semplicemente della cancellazione di vecchie cartelle esattoriali non riscosse. Cosa dovranno fare, quindi, i contribuenti per accedere a questo provvedimento? Assolutamente nulla, perchè sarà l’Agenzia delle Entrate a completare la procedura, che inizierà come anticipato il 20 agosto e terminerà nel mese di novembre. L’unica accortezza, eventualmente, sarà quella di controllare sulla propria area privata del sito del Governo se tutti i debiti siano stati effettivamente cancellati.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE