USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Brilliance BMW iX3: la Cina è sempre più vicina!

Il crossover completamente elettrico nasce dalla solida e storica alleanza fra la cinese Brilliance e la tedesca BMW che sul versante BEV ha deciso di affidarsi ai produttori del Celeste Impero sia per BMW che per la stessa MINI unendosi nell'ultimo caso a Great Wall Motors. iX3 è prodotta in Cina con qualità superiore ai veicoli realizzati in USA e nella stessa Germania a conferma della superiorità cinese sul versante della mobilità elettrica essendo i leader nella produzione di batterie

Brilliance BMW iX3 è la nuova interessante crossover che finalmente amplia la famiglia elettrica di BMW ferma da troppi anni sulla i3 (eccellente come finiture, ma debole per autonomia come la stessa nuova Mini elettrica che ha avuto in eredità lo stesso pacco batterie e motore elettrico, tanto che la futura MINI sarà prodotta in Cina).

Essere prodotta in Cina pare un peccato pur essendo il Paese che ormai produce i migliori prodotti per l’intero Pianeta e basta pensare a Apple e Tesla per non vergognarsi di dire “anche il nostro prodotto beneficia della qualità cinese”.   La Brilliance BMW iX3 (che da qui chiameremo BBA)  esce infatti  dallo stabilimento modello di Shenyang (in Cina ovviamente) iniziando ad essere commercializzata “sul mercato domestico” per poi arrivare in Europa ma non negli USA.

In questo articolo parleremo meno di prodotto (per le info sulla nuova Brilliance BMW iX3 vi rimandiamo a questo articolo) pur dandovi le ultime info a partire dai prezzi e dalle caratteristiche della vettura, comparandola con la Tesla Model Y che con la iX3 ha in comune il Paese di produzione essendo prodotta negli USA ma soprattutto a Shanghai in Cina nella locale Tesla Gigafactory.

BBA iX 3 da 69.900 euro contro i 47.620 della X3 ed i 62.000 della Model Y 

I prezzi in Italia della Brilliance BMW iX3 vanno dai 69.900€ della Inspiring per arrivare ai 75.900 € della Impressive per poi poter lievitare con gli accessori come buona abitudine dei marchi premium tedeschi che vi offrono personalizzazioni estreme e giustamente onerose non essendo necessarie. Rispetto alla X3 a motore endotermico ballano più’ di 22.000 euro partendo da 47.620 euro. E soprattutto 7.000 euro più’ della Tesla Model Y Long Range che ha maggiore  autonomia e prestazioni superiori (505 km di autonomia WLTP contro i 450 della iX 3, 217 km h (contro i 180 della iX 3) e 5,1 secondi da 0 a 100 (6,8 per la iX3). Se già la Tesla Model Y “base” supera la iX3 in fatto di prestazioni (pur avendo una batteria di potenza simile) la Model Y Performance imbarazza coi suoi 480 km di autonomia e soprattutto i 241 orari di velocità massima ed i 3,7 secondi per scattare da 0 a 100.

BMW Brilliance Automotive Ltd una storia di successi  

Ma torniamo a BMW Brilliance Automotive Ltd che  utilizza il marchio BMW e il marchio ZINORO producendo in Cina tutte le nuove BMW Serie 3
(incluso passo standard e passo lungo molto apprezzato in CIna), BMW Serie 5 Li, BMW Serie 1 Berlina, Nuova BMW X1, BMW X3, BMW X2, Nuova BMW X1 PHEV,
BMW 530Le E-range Extension e la ZINORO 60H a testimonianza della capacità ed esperienza produttiva, ricordando che già nel febbraio 2020 è stato prodotto il 3 milionesimo esemplare.
La Cina è diventata il più grande mercato di vendita al mondo per BMW, che ha venduto più di 720.000 auto nel 2019 di cui ben 530.000 auto prodotte da BMW Brilliance Automotive Ltd e nei prossimi anni la cifra è destinata a crescere con una produzione quasi completamente interna cinese che anzi col 2021 diventa esportatrice proprio con la iX3!

Il piu’ grande mercato ospita il più’ grande sito produttivo a Shenyang

La sede produttiva di BMW Brilliance a Shenyang è la più’ grande sede di produzione del BMW Group in tutto il mondo grazie ai due stabilimenti realizzati nei distretti di Dadong e Tiexi. La sede di Tiexi ospita anche un centro di ricerca e sviluppo e uno stabilimento di propulsione, che produce i più recenti motori a 3 e 4 cilindri del BMW Group e batterie ad alta tensione. Il sistema di produzione di BBA applica tecnologie innovative, produzione sostenibile e le più recenti tecnologie di produzione dell’Industria 4.0 coinvolgendo i suoi partner locali. Attualmente, BBA sta espandendo la sua presenza produttiva a Shenyang attraverso significativi investimenti in strutture di impianti sia nuovi che esistenti.

BMW Brilliance si impegna a guidare la trasformazione della mobilità elettrica in Cina e mondiale.

Oltre ai piani per aumentare il numero di veicoli a nuova energia (NEV) che sviluppa e produce, ha formato un ecosistema NEV (auto solo elettriche) completo che comprende capacità di ricerca e sviluppo, soluzioni per batterie, leadership tecnologica,marchio e prodotto, infrastruttura di ricarica e servizi di mobilità elettrica.
La joint venture, che produce varianti ibride plug-in della  Serie 5 e della  X1, è stata la prima fase giunta fino ad ad assemblare pacchi batteria ad alta tensione in Cina. La seconda fase del suo High Voltage Battery Center è stata aperta nel 2020 producendo le batterie per BMW ad alto voltaggio di quinta generazione. Sono proprio queste le batterie utilizzate nella Brilliance BMW iX3 completamente elettrica, prodotta appunto Shenyang dal 2020 ed esportata nel mercato globale. Le stesse batterie e motore elettrico verrà’ quindi utilizzato pure sulla i4 e su altri modelli dell’alleanza.Da Bayerische Motoren Werke a Chinesisch Motoren Werke!La sigla BMW significa Bayerische Motoren Werke (fabbrica motori bavarese) AG. BMW è nata nel 1917 dalla Rapp Motorenwerke di Monaco. Nel 1920, BMW venne acquisita dalla Knorr-Bremse AG. Nel 1922 venne di nuovo fondata la BMW AG, erede della Bayerische Flugzeugwerke AG fondata nel 1916. Per questo, il 1916 è considerato l’anno di nascita di BMW. Una storia basata sull’eccellenza motoristica che oggi per la rivoluzione elettrica vola dalla Germania alla Cina dove si trovano le migliori fabbriche di batterie del mondo oltre ad essere il Paese che controlla la stragrande quantità delle materie prime per realizzare le batterie agli ioni litio, persuadendo persino i tedeschi a delegare la produzione dei motori elettrici. Una bella rivoluzione culturale che ha l’epicentro proprio in Cina ed in Asia se vogliamo aggiungere Giappone e Corea del Sud.

BMW Brilliance Automotive è quindi destinata a divenire una realtà sempre più’ solida dimostrando come la Cina sia divenuta fondamentale per la rivoluzione elettrica tedesca visto che la stessa Daimler ha seguito la stessa strada sia per Mercedes-Benz che per Smart con Geely (la stessa marca che ha comprato la Volvo ed ora produce le stesse Polar oltre ad aver siglato un accordo con il gigante Baidu (il Google cinese) per realizzare veicoli a guida autonoma!
Lo stesso Gruppo Volkswagen è attivo in Cina dal 1978, ricordando che la prima VW Santana fu prodotta a Shanghai nell’aprile del 1983. Nel 1984 si costituì la SAIC Volkswagen Corporation Ltd a Shanghai, la prima joint venture di Volkswagen Group in Cina, mentre nel 1991 arrivò la FAW-Volkswagen Corporation Ltd a Changchun.
iX3 rappresenta quindi un’ottima occasione per gli stessi italiani per apprezzare la qualità cinese, come la potreste apprezzare con la sua diretta rivale Tesla Model Y che per i mercati europei arriverà dalla Gigafactory di Shanghai senza dimenticare che tutti gli Apple iPhone arrivano da questo immenso Paese che fra pochi anni supererà gli stessi Stati Uniti d’America per PIL.

Oltre ai nomi citati, marchi per molti sconosciuti diventeranno presto molto familiari a partire da BYD, Nio, Li Auto, Kandi  e molti altri brand automobilistici cinesi che stanno per sbarcare anche in Europa oltre che negli USA rivoluzionando i mercati senza scordare la MG che molti ricordano ma da britannica è diventata pure lei cinese e presto anche in Italia potrete scoprire e guidare i modelli ibridi plug in ed elettrici.
Sentirete quindi parlare sempre piu’ di Cina e vi anticipiamo numerosi servizi per informarci insieme di tutte le innovazioni in arrivo che cambieranno tutti gli equilibri che per oltre un secolo nessuno era riuscito neppure a scalfire considerando che dalla fine della Seconda Guerra Mondiale al Duemila nessun nuovo marchio era riuscito ad attecchire in Occidente fino a che arrivò la piccola Tesla che oggi capitalizza in Borsa come quasi tutte sue rivali. Parlare sempre di Tesla ha permesso ai produttori di crescere in tranquillità per essere ora loro i diretti rivali degli statunitensi.

TAGS:
TUTTO SU BMW
Articoli più letti
RUOTE IN RETE