Citroen Numero 9, la futura ammiraglia DS9 per la Cina

Citroen propone un esercizio di stile che sarà la base della nuova ammiraglia DS9 destinata al mercato cinese.

Citroen svela la concept car Numéro 9, che anticipa le linee di design della futura ammiraglia Citroen DS9-

Concept car ibrida plug-in
La Numéro 9 ha dunque il compito di presentare in anteprima ai clienti cinesi lo stile e il carattere premium della linea DS, prima che l’azienda francese introduca nel mercato della Cina il suo primo modello entro la fine dell’anno, ovvero l’ammiraglia Citroen DS9. La concept presente a Pechino possiede una tecnologia ibrida plug-in che abbina un motore benzina turbo da 1.6 litri a un motore elettrico, per sviluppare complessivamente ben 295 CV, per un’accelerazione da 0-100 in 5.2 secondi e una velocità massima di 244 km/h

Design avveniristico
Le dimensioni denotano infatti il carattere da vettura regina di gamma, dato che con i suoi 4.93 m di lunghezza per 1.94 di larghezza e un passo di oltre 3 metri, possiede misure maggiori della Mercedes Classe E. Alcuni elementi di design che appaiono adatti allo stile di una concept potrebbero tuttavia caratterizzare anche la versione finale. Citroen infatti pone particolare attenzione sui alcuni dettagli, come il nuovo frontale con la griglia scolpita a 3 dimensioni che fluisce direttamente nei gruppi ottici full LED, così come il tetto galleggiante sottolineato da finiture cromate e le superfici vetrate laterali scorrono verso il lunotto posteriore, tutti elementi stilistici che appariranno sui prossimi modelli DS.

 

Numeri della della Citroen Numero 9: dimensioni e consumi
La numero 9 ha una vocazione da “altissimo di gamma” con il suo passo di 3 metri, mentre dal punto di vista squisitamente numerico è bassissima, appena 1,27 metri.
In cambio, tuttavia, è lunga poco meno di 5 metri (4,93) con una larghezza quasi “imponente”: 1,94 metri. L’auto “presidenziale” equipaggiata con sospensioni idrauliche attive è alimentata da un’unità full hybird plug-in la cui autonomia a batteria (3,5 ore per una ricarica completa) è annunciata attorno ai 50 chilometri. Soprattutto, però, il prototipo francese della casa del doppio chevron è accreditato di consumi contenutissimi, appena 1,9 litri per 100 chilometri, con emissioni di CO2 di 48 grammi per chilometro. Il tutto senza penalizzare le prestazioni, dato che la potenza di di sistema è di 295 cavalli: 70 sono quelli dell’unità elettrica che spinge le ruote posteriori, e 225 sono quelli del turbo benzina THP, ma in funzione dei mercati potrebbe venire abbinato un propulsore a gasolio.

 

ARTICOLI CORRELATI