Daihatsu Terios Team Enduro

Dopo i successi 2008 nel campionato enduro italiano ed europeo il Daihatsu Terios Team “vede e rilancia”, proponendosi per il 2009 con nuovi piloti e obiettivi ancora più ambiziosi

Daihatsu Terios Team Enduro. Il 25 febbraio scorso si è tenuta, vicino a Treviglio nella bergamasca, la presentazione del Daihatsu Terios Team 2009. Reduci da continue notizie di crisi e di ritiri eccellenti dal mondo delle corse la giornata si è presentata come una vera e propria boccata di ossigeno. Merito senza dubbio della passione, della soddisfazione per le vittorie e della voglia di confermarsi e di fare ancora meglio nella prossima stagione che hanno manifestato tutti: presidente, piloti, meccanici e sponsor.
La situazione è stata descritta in maniera sintetica ma efficace proprio da Enrico Bertolini, direttore generale di Daihatsu Italia: “Anche se questo per il mercato dell’auto è un anno difficile, Daihatsu Italia ha deciso di rinnovare l’impegno nel Daihatsu Terios Team. Perché crediamo nei giovani, crediamo nel mondo dello sport e nei suoi valori. Il bilancio del 2008 è stato esaltante, volevamo un titolo e ne abbiamo ottenuti quattro, due di squadra e due individuali. Non poteva andare meglio, ma la nostra sfida è ancora aperta. L’organizzazione c’è, i piloti anche, quindi non mettiamo limiti alle nostre aspettative. Anche solo ripetere la scorsa stagione sarebbe un grande successo, forse più significativo, perché se l’anno scorso siamo stati una novità inaspettata, quest’anno gli avversari non si faranno sorprendere!”
Dello stesso tenore, ma con un occhio rivolto alla prossima stagione il team manager Emilio Comotti: “Il 2008 è stato un anno eccezionale, da subito. Alla prima gara, abbiamo centrato subito la vittoria di squadra. Poi, un successo dietro l’altro, fino alle definitive affermazioni agli Assoluti d’Italia e al Campionato Europeo. Quest’anno, oltre ai campioni del 2008, ci sono i nuovi piloti: Stefano Passeri è un campione che ci regalerà tutta la sua preziosa esperienza. Andrea Belotti è un ”cavallo pazzo” che può raggiungere qualunque obiettivo, Giuliano Falgari è una sicurezza, e ci ha già dato una mano in passato. Per questo sono molto ottimista sulla stagione 2009, che ci vede ai nastri di partenza con l’obiettivo minimo della riconferma”.

La presentazione del team è stata anche l’occasione, per Enrico Bertolini, di presentare gli ottimi risultati raggiunti da Daihatsu in Italia, che negli ultimi due anni è diventato il primo mercato europeo per la casa giapponese, superando come numero di immatricolazioni anche la Germania, storicamente paese di riferimento per questo marchio.
Nata nel 1907 la Daihatsu è il più antico marchio automobilistico giapponese, la cui filosofia si definisce nel realizzare vetture compatte nelle dimensioni ma spaziose dentro, piccole nei consumi e nelle emissioni. Proprio come la Terios, auto ufficiale del team, il più piccolo dei grandi SUV con linee eleganti e muscolose, con motorizzazioni da 1.3 e 1.5. Disponibile anche in versione GreenPowered, con doppia alimentazione benzina-GPL, ha tutte le caratteristiche di un vero fuoristrada, a partire dalle quattro ruote motrici con la possibilità di bloccare il differenziale centrale.

Ma l’impegno di Daihatsu nei confronti dell’enduro non si ferma qui: dal 2009 il marchio nipponico darà il nome al Campionato Europeo Enduro, che si chiamerà Daihatsu European Enduro Championship, oltre a confermare il ruolo di main sponsor negli Assoluti d’Italia e la partnership con la FMI. L’impegno e il valore del team hanno trovato un ulteriore riconoscimento nel fatto che quest’anno Daihatsu Terios Team sarà la squadra ufficiale HM per gli europei.

ARTICOLI CORRELATI