Diesel, aumentano le vendite delle Volkswagen a gasolio in Germania

Le vendite di Volkswagen Diesel, in Germania, sono passate dal 39% nel 2017 al 43% del 2018: un'inversione di tendenza inattesa, specialmente in quanto i protagonisti sono soprattutto i privati.

Il Dieselgate non ha fermato gli automobilisti tedeschi dall’acquisto di auto a gasolio, anzi. Contro ogni aspettativa il 2018 ha fatto registrare un aumento delle vendite per quanto riguarda le auto Diesel in Germania. Lo rende noto Volkswagen, che allo scorso 31/12 ha potuto attribuire il 43% delle proprie vendite ad auto a gasolio rispetto al 39% fatto registrare l’anno precedente.

Il dato risulta ancora più inaspettato se consideriamo che la flessione è da attribuire soprattuto ai clienti privati: nel 2017 è stato il 15% a scegliere il Diesel, mentre l’anno scorso la percentuale si è alzata al 27%. Evidentemente l’opinione pubblica è riuscita a superare lo scandalo piuttosto in fretta nonostante il fatto che dal 2015 il futuro dell’auto sia drasticamente cambiato.

La consapevolezza dei consumatori è cambiata ma, soprattutto, è cambiato l’impegno delle case nello sviluppo -e conseguente produzione- di veicoli elettrici. Tutti i grandi costruttori stanno sviluppando il filone ed il prossimo Salone di Ginevra ne sarà l’ennesima conferma. Difficile pronosticare la quota del Diesel per il 2019, ma c’è da aspettarsi una ripartizione simile a quella vista nel 2017.

Secondo Jürgen Stackmann, del Consiglio d’Amministrazione Volkswagen, “In Germania il dibattito sul Diesel si gioca su corde emozionali e spesso si allontana da quelli che sono i fatti. Vista la sua alta efficienza e l’ottimo livello di prestazioni raggiunte dal motore Diesel, penso che rimarrà una delle tecnologie di riferimento negli anni a venire anche in termini di cambiamento climatico. Specialmente per chi viaggia sulle lunghe distanze.”

Ciò che è certo è che l’incertezza, in questo caso, ha congelato un mercato in timida crescita. Ma nel 2019 conviene comprare un’auto Diesel? Abbiamo provato a darvi una risposta nell’articolo dedicato. Spoiler Alert: sicuramente si, almeno per quanto riguarda la maggioranza degli automobilisti.

ARTICOLI CORRELATI