USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ferrari F40 in Iraq: è quella del figlio di Saddam Hussein?

A quanto pare la mitica Ferrari F40 è arrivata anche in Iraq: sono tornate a circolare in rete, infatti, le foto di una versione impolverata, probabilmente appartenuta a Udey Hussein, figlio di Saddam

La Ferrari F40: un mito dell’automobilismo, l’ultima vera creazione di Enzo Ferrari, il “Drake”. Una vettura leggendaria, costruita in soli 1337 esemplari e ancora oggi ampiamente quotata ben oltre il milione di dollari: chi ha la fortuna di possederne una, al giorno d’oggi, se la tiene ben stretta in garage, lucidandola e coccolandola come una figlia. Quella ultimamente ritratta in alcune foto che circolano nel web, dove la si vede in mezzo al deserto piena di polvere e sabbia, ha invece avuto una storia leggermente differente…

Di cosa stiamo parlando? Della probabile F40 di Uday Hussein, figlio sanguinario del famoso dittatore iracheno Saddam Hussein. Questa vicenda è iniziata tanto tempo fa, ma oggi sembra tornata in voga, con nuove foto che ritraggono la “Rossa” in condizioni veramente disastrate. Tutto è cominciato poco prima del 22 luglio 2003, data in cui le forze speciali statunitensi uccisero Uday Hussein a Mosul: prima della sua fuga dalla sua base a Bagdad, il giovane Uday aveva ordinato di bruciare tutti i suoi garage, dove la leggenda narra che custodisse oltre 1000 vetture.

Ferrari F40

Nel rogo vennero distrutte diverse Ferrari (anche una Testarossa di colore “rosa”), Porsche, Rolls-Royce, ma anche una Nissan GT-RS e una Ford Escort Cosworth. Si salvò, tuttavia, la famosa F40 di cui vi stiamo parlando, perchè a quanto pare era stata inviata in Turchia per un tagliando straordinario qualche mese prima del fattaccio: al termine di queste cure, Uday Hussein era andato a riprendersela e l’aveva parcheggiata ad Erbil, una cittadina del Kurdistan iracheno a circa 80 km da Mosul.

Ed è proprio qui che è stata trovata in principio, da un iracheno residente in Svezia che era tornato ad Erbil per visitare la propria famiglia. Il suo nome è Mazan Amin e, una volta arrivato in città, subito si interessò alla vicenda di questa F40: la sua “caccia al tesoro”, tuttavia, durò poco, perchè in poco tempo venne “prelevato” da un gruppo di persone armate di AK-47, che lo condussero presso una villa sconosciuta nelle immediate vicinanze di Erbil.

Ferrari F40

Dopo aver conosciuto il proprietario, fu condotto in un garage dove finalmente scoprì dov’era tenuta la misteriosa F40: questo racconto è stato reso possibile grazie all’impegno di Scott Chivers, il famoso youtuber del canale Ratarossa che ha spiegato per filo e per segno com’è andata la vicenda. “La F40 si trovava fra altre macchine, completamente impolverata, sotto una grande tettoia di ondulato – racconta l’iracheno Amin – Tolsi dal tetto le quattro gomme nuove che vi erano state appoggiate e guardai il contachilomeri che segnava appena 3.700 km. Dopo aver scattato foto a raffica, gli armati mi invitarono senza troppi complimenti a uscire“.

Successivamente l’iracheno chiese di poterla acquistare, al prezzo di soli 300mila dollari. Una cifra tutto sommato contenuta per una F40, alla quale però bisognava aggiungere tutta la documentazione necessaria per effettuare l’esportazione dall’Iraq verso la Svezia. Una trafila impossibile, di cui si rese conto successivamente anche Chris Smith del Gas Monkey Garage: la vettura era ancora impolverata e priva di alcuni pezzi, condizioni che poi sono migliorate grazie all’intervento di un anonimo specialista belga, che l’ha rimessa parzialmente in sesto al fine di porterla quantomeno accendere.

Oggi questa bellezza è tornata ad ammaliare tutti gli appassionati delle Rosse di Maranello, ma la storia non è cambiata di una virgola: “L’attuale proprietario ha chiesto un milione e 150mila dollari – ha affermato Scott Chivers – Non è tanto per la cifra di acquisto né per la spesa di rimetterla in assetto, ma sono convinto che sia meglio resti in Iraq“. Se teniamo conto il fatto che nel 2015 la casa d’aste Coys ne ha venduto una a 1 milione e 120mila dollari, appartenente a una famiglia italiana e in perfette condizioni… ne siamo convinti anche noi.

Ferrari F40

TUTTO SU Ferrari F40
Articoli più letti
RUOTE IN RETE