Fiat Panda, Volkswagen Up! e Renault Twingo: citycar alla riscossa

Nel 2012 l'attesa la sfida tra super utilitarie rappresenta un segnale di risveglio del segmento. Dopo gli aumenti delle accise sui carburanti, molti automobilisti in cerca di una nuova auto potrebbero rivolgersi ad auto più parsimoniose

Fiat Panda, Volkswagen Up! e Renault Twingo: citycar di tendenza
All’ultima salone dell’auto di Francoforte si è rinnovata la sfida a distanza tra Torino e Wolfsburg e cioè tra Sergio Marchionne, AD di Fiat Group Automobiles e Ferdinand Piëch, presidente del Gruppo Volkswagen. Questa volta però i duellanti hanno mantenuto un politico aplomb ed hanno lasciato la platea alle ultime creazioni delle rispettive aziende: Fiat Panda e Volkswagen Up!. Due citycar che fin dal loro annuncio si sono promesse una strenua battaglia commerciale.
Ma tra la litigante italiana e quella tedesca, potrebbe inserirsi una terza incomoda francese: la Renault Twingo.

Panda, Up! e Twingo: la convenienza al comando
Una sfida a colpi di dimensioni compatte, design, storia ed innovazione destinata ad influenzare il mercato delle utilitarie, già interessato anche se indirettamente dal rincaro del carburante introdotto dal dl della manovra “Salva Italia” del governo Monti.
Infatti è facile immaginare come queste vetture, che si contraddistinguono anche per i consumi contenuti, possano interessare a quegli automobilisti in cerca di una nuova auto versatile, comoda per la città ma anche per gli spostamenti di medio raggio.
Infatti, grazie all’esperienza ed alla tecnologia, ormai anche le citycar come Fiat Panda, Volkswagen Up! e Renault Twingo vantano dotazioni di serie o su richiesta all’altezza di auto di segmenti superiori che le rendono adatta anche ad un utilizzo più ampio.

12 Foto

Nuova Fiat Panda
La nuova Fiat Panda è attesa nei concessionari italiani a febbraio 2012 sia con motori benzina che diesel, ma non manca anche la proposta più ecologica con alimentazione bifuel.
Per quanto i motori benzina, sono previsti i nuovissimi motori bicilindrici TwinAir Turbo da 0,9 cm3 dalla potenza di 85 CV (nominato “International Engine of the Year 2011”) e 65 CV,
Completa la gamma dei propulsori benzina disponibili al lancio il rinnovato 1.2 Fire da·69 CV.
La gamma dei motor diesel annovera il 1.3 Multijet II da 75 CV con Start&Stop di serie.
In un secondo momento invece il lancio delle motorizzazioni bifuel 0.9 TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV (benzina/metano) e 1.2 EasyPower da 69 CV (benzina/GPL), che confermano la costante attenzione di Fiat Automobiles alle tematiche ambientali.
Le dotazioni tecnologiche di Nuova Fiat Panda è di alto livello: dietro a quell’aria simpatica e spigliata, la nuova Panda offre soluzioni tecnologiche sofisticate ma fruibili in modo semplice. Di serie troviamo il sistema Start&Stop mentre a richiesta si può avere il Gear Shift Indicator (GSI). A queste dotazioni già note, si aggiungano due nuovi dispositivi di grande valore che ci si aspetterebbe solo su vetture di segmento superiori.
La nuova Fiat Panda adotta il Low Speed Collision Mitigation, disponibile su richiesta. Si tratta di un innovativo sistema di frenata che, a velocità inferiori ai 30 km/h, rileva ostacoli a distanza ravvicinata e frena automaticamente.
Comunicare e viaggiare: è quanto promette e mantiene l’ingegnosa Panda grazie alla pluripremiata piattaforma Blue&Me e alla sua ultima evoluzione, il “Blue&Me TomTom 2 LIVE”, che unisce i vantaggi di un sistema di infotainment integrato e connesso a quelli di un navigatore portatile.

Volkswagen Up!
La piccola terribile riporta nel segmento delle utilitarie il gruppo tedesco, dopo l’esperienza infelice della Volkswagen Lupo di inizio secolo.
debutta infatti una nuovissima generazione di motori benzina tre cilindri con potenze di 60 e 75 Cv, anche se il solo motore per l’Italia è la versione più potente. Grazie anche alle soluzioni BlueMotion Technology (che tra l’altro comprendono il sistema start/stop), nel ciclo combinato la 75 CV 4,3 l/100 km. Di conseguenza questo motori da 1 litro di cilindrata resta sotto il limite di 100 g/km di CO2 fissato per le emissioni. Su questi livelli è anche la versione a gas metano da 68 CV, che verrà introdotta in una fase successiva.
Un importante nuovo sistema sul fronte della sicurezza è la funzione di frenata di emergenza City (a richiesta). Questo dispositivo, che si attiva automaticamente a velocità inferiori a 30 km/h, registra tramite sensore laser il rischio di una collisione imminente e, a seconda di velocità e situazione, con una frenata automatica, può sia contribuire a ridurre la gravità di un incidente, sia persino consentire di evitare l’impatto.
Il suo punto di forza è il prezzo: un listino che parte infatti da 10.600 Euro e arriva fino a 12.600 Euro (il solo motore importato in Italia è il 1000 da 75 cavalli e su tutte le versioni sarà di serie il sistema multimediale) con un innovativo modello di finanziamento che si distingue per le numerose possibilità di personalizzazione,

Nuova Renualt Twingo
La nuova generazione della Renault Twingo è l’immagine stessa del rinnovamento stilistico francese. Sul cofano, la losanga Renault, ingrandita e resa più verticale, è valorizzata dal contrasto con il fondo nero e rappresenta con orgoglio l’appartenenza alla Marca. Debuttano anche i proiettori fendinebbia e di luci di posizione rotonde, disposte più in alto sulla calandra.
I proiettori con palpebra contribuiscono all’espressività dello sguardo. Arrivano anche due nuove tinte: Fucsia e Blu Bermude. Per rendere la citycar ancora più trendy sarà disponibile in opzione, anche se non in tutti i paesi, un tetto apribile elettrico di tela. Addirittura 24 i tipi di cerchi o copricerchi disponibili, alcuni dei quali contribuiscono all’aerodinamica e alla riduzione delle emissioni di CO2. Nella sua nuova versione, Renault Twingo è equipaggiata con due sedili posteriori separati, scorrevoli in modo indipendente che, se reclinati, garantiscono 959 litri di capacità al bagagliaio (230 quando sono in posizione normale). Sono disponibili numerosi vani portaoggetti.
Al lancio Nuova Renault Twingo monterà sotto il cofano i motori 1.2 TCe da 100 cavalli da 115 Nm di coppia massima e, tra gli altri, l’1.2 benzina 16v da 75 cavalli o i diesel dCi da 75 e dCi 85 cavalli (questi ultimi da circa 29,5 chilometri per litro di percorrenza nel ciclo combinato) , “rivisitati” ed annunciati con prestazioni più efficienti anche grazie alle ottimizzazioni aerodinamiche della vettura. Nel corso del 2012, Renault annuncia che “Nuova Twingo toccherà livelli di emissioni di riferimento: 85 grammi di CO2/km per i dCi 75 e 85, e 102 per il 1.2 benzina 16v da 75 cavalli benzina. Seguendo i principi dell’eco-guida, con un pieno Nuova Renault Twingo è accreditata di un’autonomia di 750 chilometri con la migliore unità a benzina che diventano mille con il diesel più sobrio.

Produzione italiana per la nuova Fiat Panda
Mentre Volkswagen produce la sua Up! Nello stabilimento slovacco di Bratislava (dove esce anche la gemella Skoda Citygo) e Renault Twingo esce dallo stabilimento sloveno di Novo Mesto, Fiat ha deciso di mantenere in Italia la produzione della sua Panda
Infatti, è stata costruita una nuova linea produttiva nello stabilimento “Giambattista Vico” di Pomigliano D’Arco (Napoli), una realtà industriale all’avanguardia che applica appieno i principi e i metodi del World Class Manufacturing. Si tratta dell’insieme dei processi avviati nelle fabbriche del Gruppo Fiat e dei suoi fornitori, volto alla riduzione delle inefficienze e all’ottenimento degli obiettivi di “zero incidenti, zero difetti, zero stock, zero break-down”.

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/fiat-panda-volkswagen-renault-twingo-citycar-risco_49510/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis