Honda Accord

Allestimento Type S forte del nuovo motore diesel da 180 CV per il modello 2012. prezzi a partire da 26.300 Euro per la berlina e 27.300 per la tourer

Nuova Honda Accord
Arriva la nuova Honda Accord. Lieve restyling per il modello più prestigioso del costruttore giapponese che prevede un nuovo motore diesel da 180 Cv ed un nuovo allestimento Type S.
Sia la versione Berlina che Tourer presentano modifiche piccole ma evidenti ai fari anteriori e ai paraurti in linea con gli aggiornamenti apportati dal punto di vista meccanico. I fari anteriori hanno un aspetto più pulito e deciso, con gli indicatori di direzione modificati da color ambra a finitura chiara. I modelli di fascia più alta sono dotati di fari bixeno con modalità adattiva per migliorare la visibilità del conducente durante la guida nelle ore notturne. Al fine di ottenere un look più sportivo, la griglia frontale è stata leggermente rimodellata con i due montanti centrali aventi la stessa finitura cromata utilizzata per la griglia esterna. In tutti i modelli, il condotto di aspirazione e le nicchie per i fari antinebbia sono stati risagomati offrendo così una linea più aggressiva per un aspetto complessivo decisamente più solido.
Le innovazioni stilistiche esterne sono completate dall’aggiunta di tre nuovi colori: Alabaster Silver, Graphite Lustre e Celestial Blue Pearl.

Prezzi della nuova Honda Accord berlina e tourer
Per quanto riguarda la berlina, i prezzi vanno dai 26.300 Euro della Honda Accord 2.0 S fino ai 41.00 Euro della 2.2 Executive 180 CV.
Il listino della tourer, cioè la versione station wagon famigliare, parte da 27.300 Euro della Accord S fino ai 42.200 per la versione 2.2 Executive AT.

Honda Accord Type S
Novità della gamma 2012 è la Accord Type S disponibile solo sula versione 2.2 i-Dtec da 180 CV: motore più potente, look pipù sportivo sia per le linee esterne che per l’abitacolo
La Honda Accord Type S ha nuovi gruppi ottici con farui bi-xeno dotati di luci adattative di svolta (ACL) e abbaglianti automatici (HSS); minigonne anteriori, posteriori e laterali; cerchi in lega 18” Dark silver; emblema Type S; maniglie e finitura portellone, mascherina anteriore, finiture fendinebbia Dark Chrome. Inoltre, di serie, anche la retrocamera ed il portellone apribile elettricamente.

Honda Accord diesel riduce le emissioni
Il propulsore diesel 150 cv DTEC da 2,2 litri è stato ulteriormente affinato riducendo le perdite per attrito interne ottenendo così minori emissioni e una maggiore efficienza in termini di economia di marcia. Tali modifiche hanno permesso una riduzione di 9 g/km nelle emissioni di CO2 nella berlina con cambio manuale a 6 marce e di 11g/km nella versione  automatica. Questi cambiamenti interni sono stati affiancati da una serie di miglioramenti aerodinamici a livello della sottoscocca, tra cui un deviatore di flusso anteriore più ampio e le coperture sottoscocca e sottotelaio posteriore maggiorate. Gli ingegneri Honda si sono altresì concentrati nella riduzione delle perdite per attrito nelle ruote e nelle gomme introducendo cuscinetti ruote a basso attrito e pneumatici con resistenza al rotolamento ridotta. I modelli Accord dotati di cambio automatico hanno inoltre beneficiato di una minimizzazione delle perdite per attrito nella scatola del cambio e di una ottimizzazione dei rapporti di marcia per un miglioramento dell?economia di esercizio e un abbattimento delle emissioni di CO2.
Le emissioni della Honda Accord diesel passano da 147 g/Km di CO2 a 139 g/Km di CO2 per le versioni 4 porte con cambio manuale e da 170 a 159 g/Km di CO2 per le versioni 4 porte con cambio automatico, grazie ad accorgimenti sul motore, sul cambio ed al miglioramento.
Debutta il nuovo motore diesel 2.2 da 180 CV (132 Kw)  a 4.000 giri, dotato di una coppia di 380 Nm a 2.000-2.750 giri al minuto. L’accelerazione 0-100 km/h è di 8,6 secondi (per le vetture con cerchi in lega da 17”) e velocità massima di 220 km/h (per le berlina). Al momento è disponibile solo con cambio manuale a 6 rapporti.

Principali equipaggiamenti della Honda Accord 2012
La nuova Honda Accord S 2 litri benzina e 2,2 litri diesel si presenta con una una dotazione di serie che include 6 airbag, ABS, EBD, Brake Assist, VSA, TSA, cambio manuale 6 rapporti, servosterzo elettrico EPS, Multi Info Display con service reminder, attacchi ISOFIX, cerchi in lega 16”, proiettori alogeni, luce stop centrale, climatizzatore bizona, vano passeggero climatizzato, 6 altoparlanti, luci abitacolo, interni in tessuto, specchietti elettrici e riscaldati , alzacristalli elettrici anteriori e posteriori e regolazione automatica finestrini anteriori, maniglie cromate, terminale di scarico singolo, kit di gonfiaggio pneumatici.
Per la Accord Tourer si devono aggiungere i  mancorrenti.
La Honda Accord allestimento Comfort (sia 2.0 benzina che 2.2 diesel), in aggiunta alla versione S,  include Sinto CD/Mp3 con comandi al volante, ingresso audio Aux-in, Cruise control, vano portaocchiali, luci di lettura anteriori, regolazione in altezza e lombare sedile anteriore guidatore, tasca schienale sedile passeggero.
Anche per questo allestimento nella tourer si devono aggiungere i mancorrenti come dotazione di serie.
La Accord Elegance in aggiunta rispetto alla versione Comfort offre di serie invede fendinebbia, volante e pomello cambio in pelle, luce blue zona pedali, regolazione in altezza e lombare sedile anteriore passeggero, presa USB, vivavoce Bluetooth, allarme, specchietto fotocromatico, sensore crepuscolare, sensore pioggia, spegnimento automatico proiettori, specchietti richiudibili elettricamente, regolazione automatica finestrini posteriori.
La versione station wagon, oltre ai mancorrenti, in più rispetto alla precedente versione Elegance è prevista la regolazione in altezza e lombare sedile passeggero.
L’allestimento Lifestyle in aggiunta alla versione Elegance ci sono l’Audio premium con caricatore 6 CD, 10 altoparlanti (incluso sub-woofer), cerchi in lega 17”, proiettori Bixeno dotati di luci di svolta (ACL Active Cornering Lighiting System) e abbaglianti automatici (HSS Highbeam Support System), lavafari, sensori di parcheggio anteriori e posteriori (8 capsule), sedili anteriori riscaldati. La versione Tourer ha in più i mancorrenti ed il portellone elettrico e, rispetto alla precedente versione Executive, la regolazione in altezza e lombare sedile passeggero, fari bixeno con luci di svolta e abbaglianti automatici.
C’è anche qualcosa in meno rispetto alla precedente versione Executive e cioè il tetto apribile, bocchetta posteriore condizionatore, specchietto di retromarcia).
Le versioni Lifestyle su richiesta possono essere dotate di automatico a 5 rapporti, Navigatore e retrocamera.
Il top di gamma è l’allestimento Executive con motori 2,4 litri benzina, 2.2 diesel 150 CV e 2.2  CV.
In aggiunta rispetto alla versione Lifestyle ci sono il Pacchetto advance (ACC Adaptive Cruise Control, CMBS Collision Mitigation Braking System, LKAS Lane Keep Assist System), il navigatore con comandi vocali e TMC, retrocamera, interni in pelle, sedili anteriori elettrici e guidatore con memorie, tasca schienale sedile guidatore, tetto apribile, bocchetta condizionatore posteriore, specchietto di retromarcia. Solo la 2.4 è dotata del doppio terminale di scarico.
La Honda Accord Executive Tourer ha in aggiunta i mancorrenti, il portellone elettrico ed i cristalli posteriori oscurati mentre, rispetto alla precedente versione Exclusive Advance, da annoverare anche la regolazione in altezza e lombare sedile passeggero ed i Fari bixeno con luci di svolta e abbaglianti automatici.
La Accord Executive 2.4 benzina è disponibile solo con cambio automatico a 5 rapporti, mentre la versione Executive 2.2 diesel 180 CV solo con cambio manuale. Per la Executive 2.2 diesel 150 CV invece a scelta tra il manuale el’automatico.

Tecnologia a disposizione della Honda Accord
Une delle modifiche più evidenti apportate ai modelli Accord alto di gamma è senza dubbio l’introduzione dei Fari Attivi in Sterzata (Active Cornering Lights), concepiti per fornire una migliore illuminazione in imbocco di curva. Unità di fari aggiuntivi sono state integrate nel blocco luci esistente. Questi fari proiettano il loro fascio di luce lateralmente aiutando il guidatore in condizioni di scarsa visibilità. L’unità luci posta sul lato in questione si illumina non appena il guidatore aziona il relativo indicatore di direzione o gira il volante per più di 90 gradi.
Quando il veicolo è in retromarcia, entrambe le luci vengono attivate contemporaneamente fornendo così una maggiore visibilità al guidatore su entrambi i lati.
Un’altra nuova tecnologia di illuminazione introdotta da Honda è il Sistema di Regolazione Automatica degli Abbaglianti (High Beam Support System), che viene installato sulle vetture assieme ai fari bixeno. Il sistema è controllato mediante una telecamera CMOS montata sul parabrezza all’altezza dello specchietto retrovisore. Non appena il sensore percepisce la presenza di luce proveniente da fari di veicoli in arrivo o da fanali posteriori, le luci, se in modalità abbaglianti, vengono automaticamente riportate all’impostazione normale. Questo sistema consente al guidatore di concentrarsi a pieno sulle condizioni della strada senza dover controllare manualmente l’impostazione dei fari.

ARTICOLI CORRELATI
TUTTO SU Honda
Volkswagen Golf 1.6 TDI

Volkswagen Golf 1.6 TDI

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroen C3 Aircross

da 140€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 189€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 199€ mese

Citroen C3

Citroen C3

da 199€ mese

DS 3 Crossback

DS 3 Crossback

da 200€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 229€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroen C5 Aircross

da 329€ mese

Ford Kuga

Ford Kuga

da 350€ mese

info ADV