Hyundai Tucson 2018, il Restyling con il nuovo sistema Mild Hybrid

La nuova Hyundai Tucson 2018 in versione Restyling porta in dote la tecnologia Mild Hybrid per soddisfare normative antinquinamento sempre più complesse e grazie alle quali si riesce a risparmiare fino al 7% di carburante rispetto ad un propulsore tradizionale.

Leggi e normative sempre più severe nel campo dell’impatto ambientale stanno portando ogni giorno ventate di novità nel settore automotive. Chi ancora non
guarda alle auto elettriche, e quindi con emissioni zero, senz’altro è quantomeno impegnato nel capitolo dell’ibrido. Ma c’è ibrido e ibrido e tra le soluzioni meno “complicate” dal punto di vista operativo c’è la novità del cosiddetto “mild-hybrid”.

Una soluzione buona per consumare meno, ma anche per viaggiare nel rispetto dei nuovi paletti ambientali che entreranno in vigore da settembre del prossimo anno. Parliamo quindi di un sistema già tra i preferiti da molte case automobilistiche, in quanto tecnicamente semplice da realizzare, utile e soprattutto economico. Un ibrido che nel caso della nuova Hyundai Tucson sfrutta una piccola batteria da appena 0,44 kW e conta su un motore di 16 CV.

Fatta questa doverosa premessa oggi vi presentiamo la Hyundai Tucson che proprio a partire da quest’anno sfoggerà un’unità mild-hybrid, battezzata MHSG. Ad
accompagnarla sarà un motore diesel, il CRD da due litri di cilindrata per 186 CV di potenza. Il segreto sta quindi in un piccolo motore elettrico, installato in sostituzione sia del classico motore di avviamento che dell’alternatore. Un minuscolo “motorino” elettrico quindi che svolge più funzioni per la nostra Tucson. Ad esempio si occupa di ricaricare la batteria in fase di rallentamento, contribuisce all’azione del motore CRD in fase di ripartenza – accendendo l’unità diesel dopo il fermo dello “start- stop”.

Di fatto non abbiamo a che fare con un ibrido tradizionale, l’azione del motore elettrico non interviene direttamente sulla trazione delle ruote, ma va detto come la sua presenza sia di enorme aiuto all’ottimizzazione di consumi ed emissioni. In alcune situazioni l’ibrido “light” della casa coreana consente di abbattere i consumi di circa il 7% – più che sufficienti a consentire alla Tucson di rispettare la nuova normativa Euro 6d-Temp che entrerà in vigore tra poco più di un anno.

ARTICOLI CORRELATI