Jaguar C-X75 in produzione

Tra le sorprese più gradite del Salone di Parigi 2010, c'è la Jaguar C-X75, forse destinata ad un futuro produttivo al pari di altre splendide concept come Audi quattro Concept e Poresche 918 Spyder

Il Salone di Parigi 2010 sarà ricordato anche per la Jaguar C-X75, concept car dal sensazionale impatto estetico ed emotivo. La Jaguar C-X75 infatti è una vettura elettrica a quattro ruote motrici ad autonomia estesa capace di raggiungere i 330km/h e di raggiungere i 0-100km/h in 3.4 secondi, con una ripresa da 80-145km/h in 2.3 secondi. Quattro potenti motori elettrici da 145kW per ogni ruota erogano 780 CV ed un’incredibile coppia totale di 1600Nm. Due micro turbine a gas, che ruotano a 80.000 gpm, possono generare un’energia sufficiente per aumentare l’autonomia a 900 km, producendo appena 28 grammi di CO² per chilometro, tra una carica e l’altra. La ricarica plug-in di sei ore delle batterie garantisce un’autonomia di 110km. Secondo insistenti voci molto vicine ai vertici del giaguaro, la Jaguar C-X75 avrà un futuro produttivo. La tecnologia necessaria per lo sviluppo delle turbine dovrebbe essere sviuluppata in un paio d’anni. Altrettanti sarebbero necessari per portare le turbine all’interno della vettura con test e collaudi di rito. In sintesi, se mai morderà la strada, la Jaguar C-X75 lo farà quindi tra almeno cinque anni. Interessante la proiezione sui volumi produttivi, con un range che va da 1000 a 2000 vetture all’anno. Un ingegnere Jaguar fa notare come il numero di componenti necessario per assemblare una turbina sia enormemente minore rispetto a quello di un motore a scoppio tradizionale, con benefici immaginabili sul fronte dell’affidabilità. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questo interessante progetto.

ARTICOLI CORRELATI