USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Jeep Wrangler Unlimited Arctic provato su strada e su fango

Abbiamo testato a fondo la Jeep Wrangler spinta dal motore CRD di 2,8 litri da 200 CV con trazione integrale Command-Trac e con il cambio automatico a 5 marce. Una bella alternativa alle pure e dure 4x4 Mercedes Classe G e Land Rover Defender

Jeep Wrangler Ulimited Arctic
Arctic è l’allestimento speciale previsto per la storica fuoristrada disponibile sia per la versione tre porte, Jeep Wrangler che in quella a cinque, Jeep Wrangler Unlimited, rispettivamente offerte a 36.850 e 39.850 euro. Entrambe sono equipaggiate con il motore turbodiesel CRD da 2,8 litri abbinato al cambio automatico a cinque marce con Electronic Range Select.
La potenza erogata è di 200 CV (147 kW) a 3.600 giri con una coppia massima di 460 Nm tra i 1.600 ed i 2.600 giri.
L’allestimento della Jeep Wrangler Arctic si ispira al clima rigido ed alle condizioni estreme dell’inverno artico, dove si registrano i climi più severi del pianeta con temperature, nel periodo invernale, che possono scendere fino a -45°C e venti in grado di soffiare ad una velocità superiore ai 160 km orari.

Design esterno di Jeep Wrangler Arctic
L’allestimento Arcitc previsto per la Jeep Wrangler fa riferimento all’artico, ma la base di partenza è la versione Sahara. Già a prima vista il tema dell’inverno è ben visibile grazie alla colorazione della carrozzeria. Infatti Jeep Wrangler Arctic in Italia è disponibile nei colori Winter Chill e Bright White.
Hard top e passaruota sono in tinta con la carrozzeria ed il badge “Arctic” compare sui parafanghi anteriori e sullo sportello carburante nero, firmato Mopar. La decalcomania con l’orma dello Yeti spicca sul lato anteriore sinistro della vettura e personalizza parte del passaruota e del cofano.
Jeep Wrangler Arctic è equipaggiato con l’esclusivo pacchetto ‘Wrangler Rubicon’ composto da aggressivi cerchi neri semi lucidi da 17″.

Abitacolo della Jeep Wrangler Arctic
Gli interni della versione Arctic di Jeep Wrangler sono caratterizzati da sedili in tessuto nero Tectonic con inserti Polar White su cui spiccano impunture e bordature Arctic Orange. Stesso colore che contraddistingue anche i rivestimenti delle portiere e la rete ferma carico.
Il logo “Arctic” appare sul contagiri ed è cucito sui sedili anteriori (riscaldabili di serie) sulla parte alta dello schienale. Cuciture a vista impreziosiscono il volante, i braccioli e il rivestimento della console centrale. Le maniglie di sostegno e gli anelli delle bocchette di aerazione sulla plancia sono rifiniti in Polar White.
Completano l’allestimento della nuova versione speciale di Jeep Wrangler i tappetini Mopar  in gomma con la scritta bianca “Jeep”.

Su strada con la Jeep Wrangler Unlimited Arctic
L’estetica è stata decisamente caricata per renderla il più possibile cool e modaiola, trasformando un mezzo di lavoro in uno da divertimento puro e la mole non la fa certo passare inosservata e sicuramente la tre porte è più adatta alle strade italiane, ma la 5 offre spazi davvero comfortevoli per passeggeri e bagagli. Certamente impressiona la modernità di questa Jeep, la cui prima generazione è nata nel 1941.
Per il resto, le inconfondibili caratteristiche estetiche del Wrangler Unlimited rimangono: frontale tradizionale con la griglia a sette feritoie, i grandi fari tondi, ampi passaruota ad evidenziare le capacità da vera off road, ruota di scorta ben in vista. I lineamenti sono essenziali, squadrati.
Salendo a bordo, non sembra di entrare all’interno di una spartana Jeep 4×4  ma in un curato salotto dove si capisce di essere dentro la leggenda americana per  le viti per lo scolo dell’acqua ed i giunti delle portiere posteriori (corde sintetiche).
Il livello di comfort a bordo è infatti elevato, addirittura con i sedili riscaldabili di serie. Rispetto alle ammiraglie stradali non manca nulla visto che l’allestimento della Jeep Wrangler Arctic prevede climatizzatore automatico, volante in pelle con comandi integrati, sedile del guidatore regolabile in altezza, computer di bordo EVIC, cruise control, sistema vivavoce Bluetooth UConnect Phone ad attivazione vocale con interfaccia UCI e sistema multimediale di intrattenimento e navigazione satellitare UConnect GPS con radio/CD/DVD/MP3/WMA, porta USB, ingresso AUX, hard-disk da 30 gigabyte e schermo touchscreen da 6,5”.

Jeep Wrangler Unlimited Arctic su strada…
Jeep Wrangler Unlimited Arctic non è una vettura propriamente nata per la città dove la mole non l’aiuta a cercare parcheggio e ci si diverte sicuramente di più sulle provinciali e sulle strade di campagna ed in montagna, pur non disprezzando affatto l’autostrada dove ci ha positivamente impressionato.
I consumi, considerando il suo coefficiente aerodinamico, peso e ruote stesse non può esser certo contenuto ma 12l/100 km sono un risultato in linea con le rivali e da mettere in preventivo su mezzi di tal genere. Manca invece una retro camera per le manovre che, viste le dimensioni ingombranti, sarebbe molto utile in fase di parcheggio dovendosi affidare agli ampi specchi retrovisori esterni ed al lunotto posteriore, ostacolato dalla luce di stop posta sopra la ruota di scorta.
Su strada, l’abitacolo è silenzioso e non si viene infastiditi dalle vibrazioni fastidiose. Nemmeno il rollio si avverte: noi ci abbiamo provato ma il Wrangler è stabile.  Il cambio automatico rende rilassante i trasferimenti urbani benchè gli start&stop facciano la gioia dei benzinai, mentre l’altezza ti permette di dominare la situazione, dandoti una piacevole tranquillità.
Lo sterzo si fa apprezzare al pari del cambio automatico molto classico ed autostradale non avendo ambizioni agonistiche, segnalando invece la seconda leva delle ridotte che trasforma la Wrangler in una vera fuoristrada. I freni sono adeguati alla sua mole ed il posto guida consente di trovare facilmente la propria posizione ideale.
Passando dalle strade di città a quelle a scorrimento veloce, come le tangenziali e le autostrade, il rombo del motore agli alti regimi si fa più logicamente più invadente ma si può parlare a bordo senza urlare o ascoltare la musica senza mettere il volume a palla, segnalando l’ottimo impianto stereo

…e fuoristrada, il terreno preferito della Jeep Wrangler Unlimited Arctic
Se volete vivere davvero la Jeep Wrangler Unlimited Arctic dovete però uscire dalla strada asfaltata e prendere quella bianca, meglio se infangata, e comprenderete perchè molti usano il termine Jeep per indicare un fuoristrada.
È in questo habitat che la Jeep Wrangler Unlimited Arctic si riconosce e può sfruttare al pieno i valori di potenza e coppia (200 CV e 460 Nm). Potete anche spingere sull’acceleratore per sentire l’improvvisa spinta del CRD sullo schienale e passare anche tratti impegnativi. La trazione integrale vi farà uscire dal fango insidioso, com’è successo durante la nostra prova.
Jeep Wrangler Unlimited Arctic è inoltre assistita dal controllo elettronico della stabilità e dal sistema di partenza in discesa ed in salita (Hill Descent Control e Hill Start Assist) nonché dal blocco automatico dei differenziali che rendono il fuoristrada semplice anche per i non esperti.    

TUTTO SU Jeep Wrangler
Articoli più letti
RUOTE IN RETE