USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Kia Rio 2017, la prova su strada: tutta nuova, dallo stile ai motori

Abbiamo provato la nuova Kia Rio 2017, che oltre ad un design completamente rivisto (e azzeccato) si presenta con nuovi propulsori frutto di un downsizing ben studiato. Ecco le nostre impressioni.

La Nuova Kia Rio

 

Continua a stupire la Kia con il lancio di autovetture di nuova generazione. Dopo la presentazione statica della nuovissima Gran turismo Stinger un mese fa (qui l’articolo) è ora la volta della nuova Rio, svelata solo tre settimane orsono a Lisbona e ora già pronta per il mercato italiano. La Rio è una berlina di segmento B che ha avuto – e continua ad avere – un successo incredibile in tutto il mondo, tanto da esserne state acquistate – dalla sua nascita a fine 2011 – ben 6 milioni di unità, di cui 2,5 della terza generazione, che ora va in pensione. Ma non basta, fra un paio di mesi arriverà anche la vettura più piccola, di segmento A, cioè la nuova Picanto.

La World Car per la Kia, la Rio, è una vettura davvero bella, molto curata nei particolari, facile da guidare, grintosa, comoda e risparmiosa, il cui prezzo parte da 13.100 euro e con le incentivazioni iniziali si arriva a portarla a casa con soli 10.900€. Sulla versione Cool viene addirittura offerto al lancio un kit del valore di mille euro. I motori sono per ora 3, a partire dalla novità assoluta dell’1.0 T-GDI (Turbo Gasoline Direct Injection) a 3 cilindri che rappresenta la risposta di Kia alla tendenza verso il downsizing (riduzione) delle cilindrate e la sovralimentazione turbo, al punto che si confermerà – con i suoi 100 Cv – come uno dei pilastri della nuova Rio. Assieme alle basse emissioni e alla grande efficienza, il peso contenuto di questo motore influisce anche sulle caratteristiche di guida, in quanto riduce il carico sulle ruote anteriori e migliora il bilanciamento della vettura.


Potenze e tecnica

Accanto al 1000 T-GDI sarà disponibile un 1200cc da 84 CV a 6000 giri/min con la coppia massima di 122 Nm a 4000 giri/min, con un consumo medio di 4,8 litri/100 km ed emissioni di CO2 di 109 gr/km. L’alternativa a gasolio consiste nell’efficiente 1.4 diesel, in versioni da 77 o 90 CV, capaci di ottenere livelli straordinariamente bassi di emissioni CO2, rispettivamente 88 e 96 gr/km. I cambi sono a 5 marce per i benzina e 6 per il diesel. Quanto a sicurezza la nuova Rio è ai vertici della categoria, con l’adozione di una serie di equipaggiamenti che rientrano negli Advanced Driver Assistance Systems (ADAS) sviluppati ad hoc dalla stessa Casa coreana.

In previsione del raggiungimento del massimo punteggio nelle prove Euro NCAP, la nuova Rio ha adottato tutte le soluzioni tecniche più evolute per migliorare la sicurezza attiva e passiva. Tra l’altro la nuova Rio è la prima auto del segmento B a disporre, a seconda delle versioni, del sistema di riconoscimento dei pedoni con frenata automatica AEB (Autonomous Emergency Braking): il dispositivo utilizza un radar a lunga portata e una telecamera per individuare gli ostacoli e arrestare la vettura evitando l’urto. In abbinamento è disponibile il Lane Departure Warning System (LDWS) che segnala l’involontario spostamento dalla corsia di marcia, se non vengono attivate le frecce.

La scocca è realizzata con una elevata percentuale di acciai speciali AHSS (Advanced High Strength Steel), tecnologia adottata da Kia per una riduzione di peso delle carrozzerie delle proprie vetture del 5% entro il 2020, aumentando contemporaneamente la resistenza. La percentuale di acciai speciali è del 51, rispetto al 33% della generazione precedente. Risulta così notevolmente irrobustita la cella di sopravvivenza, che garantisce una migliore distribuzione delle forze d’urto e una superiore protezione degli occupanti. Nella dotazione di serie della nuova Rio sono compresi 6 airbag e gli attacchi Isofix per i seggiolini, con cinghia supplementare di sicurezza.

I tecnici Kia sono riusciti a progettare un insieme telaio-sospensioni veramente performante, con caratteristiche di agilità e comportamento assolutamente coinvolgenti e abbinate a un comfort di alto livello. La disponibilità di una scocca rigida ha pure favorito la messa a punto di un assetto particolarmente efficace, e le specifiche tarature di molle e ammortizzatori favoriscono sia il comfort sia le caratteristiche di prontezza e precisione di guida.


La nostra prova su strada

Infomotori ha avuto il piacere di sperimentare quanto proposto dalla Kia con un intenso test drive sulle colline sopra Bologna, partendo dall’Istituto Rizzoli e inerpicandosi lungo le strette e impegnative stradine, piene di curve di tutti i tipi. Ebbene, la nuova Rio ha risposto alla grande a tutte le sollecitazioni imposte, confermando una precisione di guida a livello di segmento superiore. Avevamo a disposizione la motorizzazione più piccola, l’1.0 benzina a 3 cilindri, scelta apposta per esaminare a fondo il comportamento della Rio con il propulsore più piccolo. Abbiamo scoperto con sorpresa che le prestazioni sono davvero notevoli, grazie soprattutto alla piccola turbina che esalta la prestazione, nonostante il classico rumore del 3 cilindri turbo non proprio dei migliori quando si aumentano sensibilmente i giri. Ma può fare anche piacere quella grattata inusuale, seppur per brevi tratti, e poi a tutto ci si abitua.

 

In città la vettura è molto pratica e maneggevole, e risparmiosa grazie allo start&stop. Insomma un’auto da provare, per conoscere le peculiarità di Kia e toccare con mano quanto è riuscita a fare di buono, tanto da meritarsi un posto al sole nelle vendite dei suoi sempre più piacevoli prodotti. Non solo, la bontà di queste vetture è sempre confermata dai 7 anni di garanzia che la Casa coreana concede sempre, tranquilizzando gli acquirenti. Un record tuttora ineguagliato dalla concorrenza.


Per gli automobilisti interessati a questa nuova realtà il porte aperte di lancio è programmato proprio per questo weekend del 25-26 febbraio, mentre per far ammirare e provare la nuova Rio la Kia ha fatto le cose in grande istituendo “Una settimana da Rio”, dal 25 al 3 marzo, con la possibilità di vincere una vettura al giorno. Davvero niente male. Per esagerare poi ha inventato un Road Show in 14 città d’Italia, coinvolgendo perfino le università.

 

Insomma una Kia che vuole sfondare nel mercato con questa new entry, che impensierisce davvero la concorrenza delle altre vetture di segmento B, un segmento che nel mercato in continua crescita incide per ben il 42,9%. Tutte le Kia vengono prodotte in Corea e prossimamente in un nuovo stabilimento in Messico. A quando in Europa?

 

TUTTO SU Kia Rio
Articoli più letti
RUOTE IN RETE