Land Rover Defender II 2018: La leggenda continua

Il Land Rover Defender è una vera icona dell'automotive. Dal 29 gennaio 2016 le linee di produzione sono state interrotte: standard di sicurezza ridotti ed emissioni fuori norma i principali motivi. Ma il Defender potrebbe tornare molto presto sotto una nuova veste.

Gli appassionati del fuoristrada ricorderanno con un po’ di nostalgia il 29 gennaio 2016, giorno in cui dallo stabilimento di Solihull in Inghilterra uscì dalle linee di produzione l’ultimo Defender della sua epoca. Stiamo parlando di un mito su ruote che per 68 anni ha macinato chilometri di fango, neve e deserto. Le normative sulle emissioni però non possono essere ignorate troppo a lungo, oltre al fatto che per sottostare ai più moderni standard di sicurezza il modello avrebbe dovuto essere completamente stravolto.

Secondo Automotive News però, Land Rover è al lavoro per darci una generazione tutta nuova del celebre fuoristrada. Il marchio inglese ha infatti deciso di dividere l’intera gamma in tre filoni, di cui uno dedicato al celebre Defender e di conseguenza al fuoristrada duro e puro.


Le foto che vi proponiamo ovviamente sono solamente un rendering -ben riuscito- di quello che potrebbe essere il nuovo 4×4 inglese. Il debutto fissato per l’anno prossimo punta ad alzare l’asticella di un segmento che, seppur sempre meno incisivo sul mercato, conta ancora su di una lunga schiera di appassionati. Gerry McGoven, responsabile del design Land Rover, ha dichiarato che il nuovo fuoristrada verrà prodotto in diverse varianti di carrozzeria e che sarà immediatamente riconoscibile come Defender, senza però apparire decontestualizzato o vintage che dir si voglia.

Le certezze sono ancora poche, cerchiamo comunque di riassumerle: ci sarà -certamente- una variante a due porte con tettuccio in tela ed una a quattro con carrozzeria rigida, mentre per i propulsori verrà attinto a piene mani dall’Ingenium Diesel e benzina di Jaguar-Land Rover.

Allo stesso modo la scocca in alluminio con telaio in acciaio della versione ormai fuori commercio verrà sostituita da un blocco unico, presumibilmente simile alla piattaforma D7U equipaggiata su Range Rover Sport. Infine sembra che la produzione verrà affidata allo stabilimento di Nitra, in Slovacchia, dove le linee sono concentrate su costruzione e assemblaggio di veicoli costruiti prevalentemente in alluminio.

ARTICOLI CORRELATI