Mercedes Classe A E-Cell con ricarica induttiva senza cavo

La ricarica per induzione di auto elettriche diventa realtà: Mercedes sta sviluppando per caricare le batterie dell'auto senza l'uso di fili ma con una bobina di carica nel pavimento

Mercedes Classe A E-Cell
Mercedes è il primo partner automobilistico del progetto promosso dal Ministero Federale dei Trasporti, dell’Edilizia e dello Sviluppo Urbano tedesco. La casa di Stoccarda sta testando, per la prima volta nell’impiego quotidiano, una Mercedes Classe A E-CELL dotata di un sistema di ricarica induttiva. 
La differenza con le tradizionali auto elettriche riguarda la ricarica: in questo caso non serve alcun cavo per attaccare l’auto alla presa di corrente. Infatti, è sufficiente posizionare la vettura elettrica dotata di una speciale bobina su una bobina di carica nel pavimento e il processo si avvia in modo completamente automatico.
“Non vediamo l’ora di sapere quali risultati darà la tecnologia di ricarica induttiva nell’impiego quotidiano“, afferma il Prof. Herbert Kohler, Responsabile E-Drive & Future Mobility della divisione Research and Advance Development di Daimler AG. “Abbiamo già dimostrato la fattibilità tecnica, ora le esperienze raccolte nell’uso quotidiano potranno fornire ulteriori preziosi elementi per lo sviluppo. In ogni caso devono essere ancora risolte alcune questioni di natura tecnica ed economica per poter valutare pienamente il potenziale commerciale di questa tecnologia.”

Ricarica induttiva con la Classe A E-Cell a partire da marzo 2012
I primi esperimenti sono previsti per marzo 2012, nell’ambito del progetto “Effizienzhaus-Plus mit Elektromobilität”, inaugurato il 7 dicembre dalla Cancelliera tedesca Angela Merkel e dal Dott. Peter Ramsauer, membro del Bundestag e del Ministero Federale dei Trasporti, dell’Edilizia e dello Sviluppo Urbano.
Caratteristica principale è che, attraverso l’applicazione di tecnologie all’avanguardia, la casa ad alta efficienza energetica di questo progetto pilota mira a generare più elettricità di quanta ne consuma.
L’energia prodotta in eccesso viene riutilizzata per ricaricare i veicoli elettrici: la casa così diventa una vera e pratica stazione di servizio personale.
L’intero edificio è stato progettato secondo criteri ad alta efficienza energetica, sia il sistema induttivo che il cavo di ricarica sono armonicamente integrati nell’architettura della casa.
L’esperimento prevede che una famiglia di 4 persone vivrà in questa casa per 15 mesi sperimentando nel quotidiano l’interazione tra la nuova generazione di edifici e l’elettromobilità.

Con la Mercedes Classe A E-Cell anche una smart ebike ed una smart fortwo electric drive
Non solo una Classe A E-Cell ma anche una smart ebike viene messa a disposizione del progetto anche una smart ebike ed una smart fortwo electric drive di seconda generazione.
Così, gli abitanti della casa/stazione di ricarica avranno a disposizione una gamma diversa di veicoli elettrici a batteria ad emissioni zero per le più svariate destinazioni d’uso.
La famiglia campione, inoltre, potrà ricaricare i veicoli anche nelle stazioni pubbliche od attraverso una normale presa di corrente domestica.

Ricarica senza cavo per la Mercedes Classe A E-Cell
In aggiunta alla ricarica tramite cavo, la Mercedes-Benz Classe A E-CELL impiegata in questo progetto può essere ricaricata per induzione. Per farlo, la corrente di ricarica viene trasmessa senza contatto tramite un campo elettromagnetico. Sia la vettura che il rispettivo posto auto all’interno della casa sono dotati di apposite bobine. Uno speciale sistema di segnalazione aiuta chi guida a portare correttamente la vettura sulla bobina di ricarica installata a terra, riconoscibile da un’apposita piastra di copertura.
Insieme a Conductix-Wampfler ed a Röchling Automotive KG, Daimler ha già sviluppato un prototipo basato su questa tecnologia per un progetto pilota promosso dal Ministero Federale dell’Ambiente e ne ha dimostrato il funzionamento. Il test pratico avrà ora il compito di mettere alla prova l’efficacia della nuova tecnologia nell’impiego quotidiano.
Binomio perfetto: casa e veicoli elettrici diventano una cosa sola
Per dare maggior risalto all’interazione tra casa e veicolo, è stata progettata un’edizione speciale delle vetture destinata al progetto “Effizienzhaus-Plus mit Elektromobilität”, sviluppata congiuntamente dalla divisione Mercedes-Benz Design e dall’architetto di “Effizienzhaus-Plus”, il Prof. Werner Sobek. Nel design degli esterni e degli interni di Mercedes-Benz Classe A E-CELL e di smart fortwo electric drive di seconda generazione prevalgono il bianco ed i toni naturali, in perfetta armonia con il design e le soluzioni cromatiche della casa. Una vernice con effetto perlato bianco platino metallizzato, appositamente sviluppata, dona ad entrambe una brillantezza inedita e, riflettendo il calore, regala il massimo comfort di temperatura interna. Il sapiente abbinamento di tessuti naturali come lana, lino e pelle Nappa crea un suggestivo contrasto.
Grazie a questo design coordinato, la famiglia potrà sentirsi a casa anche in auto. L’idea di coniugare comfort e sostenibilità sia in ambito edilizio che sul fronte mobilità prende così forma anche visivamente ed emotivamente.

Il progetto “Effizienzhaus-Plus mit Elektromobilität” in breve
Nell’ambito della ricerca su edilizia ed elettromobilità, il Ministero Federale dei Trasporti, dell’Edilizia e dello Sviluppo Urbano (BMVBS) ha edificato una casa monofamiliare di circa 130 mq nella Fasanenstraße 87 a Berlino-Charlottenburg che produce il doppio dell’energia che consuma. Con questo prototipo abitabile dovrà essere dimostrato che per una famiglia è possibile utilizzare l’energia prodotta dalla propria abitazione anche per la mobilità. A tale scopo, le cinque Case automobilistiche aderenti al progetto (Audi, BMW, Daimler, Opel e VW) metteranno a disposizione della famiglia campione veicoli elettrici, ognuno per tre mesi.
Il progetto pilota a Berlino coniuga gli sviluppi innovativi già presenti sul mercato in materia di tecnologie di realizzazione di edifici e veicoli oltre ad avvalersi di soluzioni all’avanguardia nel settore del fotovoltaico e della gestione energetica. Il progetto è completamente ecosostenibile.
Oltre a fungere da “vetrina” per sviluppi innovativi comuni in ambito edilizio ed automotive, il progetto è anche un banco di prova per una moderna gestione energetica. Il progetto Effizienzhaus-Plus sarà accompagnato da approfondite valutazioni scientifiche. I risultati ottenuti dalla ricerca si dimostreranno utili per la realizzazione su vasta scala di tali edifici innovativi e per l’ulteriore sviluppo di sistemi tecnologici. A partire da marzo 2012, la famiglia, selezionata tramite candidatura pubblica, vivrà nella casa per 15 mesi. Attraverso l’osservazione della vita della famiglia campione verrà analizzata l’interfaccia uomo/tecnologia e nella casa verranno eseguiti numerosi test utili ai fini della ricerca.
Effizienzhaus-Plus può essere visitata dall’8 dicembre 2011 al 29 febbraio 2012 dal martedì alla domenica dalle ore 11 alle 18.
Contatti, coordinamento ed ulteriori informazioni: www.bmvbs.de/effizienzhausplus

ARTICOLI CORRELATI