USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Michael Schumacher: il 15 settembre arriva il documentario su Netflix!

Il progetto creato dal colosso dello streaming è quello di mostrare le tappe principali della carriera del Campione della Ferrari, sia come pilota che come uomo

A distanza di qualche mese dalle ultime indiscrezioni, possiamo affermare che… finalmente ci siamo! Il documentario ufficiale sul grandissimo Michael Schumacher sarà presto disponibile per tutti gli appassionati e, per la precisione, debutterà il prossimo 15 settembre su Netflix. Creato in stretta collaborazione con la famiglia del sette volte Campione del Mondo di Formula 1, questo lungometraggio avrà lo scopo di raccontare le tappe fondamentali della carriera del tedesco nato a Kerpen, non solo dal punto di vista sportivo come pilota… ma anche da quello umano come uomo e padre di famiglia.

Un prodotto imperdibile per coloro che hanno vissuto gli anni ’90 e 2000 della massima serie automobilistica, nel quale saranno presenti anche molti filmati inediti e interviste esclusive ai membri della famiglia Schumacher, tra cui il figlio Mick (che oggi corre in F1 con la Haas) e la figlia Gina Maria. Partecipazione d’eccezione anche per Sebastian Vettel, che nelle sue sei stagioni in Ferrari ha acceso il cuore dei tifosi riportando in auge il mito del pilota tedesco in lotta per il Titolo Mondiale.

Il documentario esplora le numerose sfaccettature che costituiscono e definiscono questo atleta complesso, che l’hanno accompagnato nella sua fulminea ascesa in uno sport tanto impegnativo quanto pericoloso come l’automobilismo. La forza di volontà e la lotta trionfale contro ogni avversità hanno portato Michael Schumacher al centro dell’attenzione internazionale, ma la sua personalità è stata delineata da molto altro oltre che dal suo spirito combattivo e dall’aspirazione alla perfezione: dubbi e incertezze completano infatti il ritratto di un uomo sensibile e riflessivo, nella cui storia sono presenti anche i suoi genitori, i figli e la moglie Corinna Schumacher”.

TAGS:
Articoli più letti
RUOTE IN RETE