Motore a urina, arriva il carburante a costo zero

Ne avevamo già parlato nel 2011 ma oggi ritorna grazie ad uno ricercatore sardo: il motore ad urina. Un motore alimentato ad urina per abbattere il caro-benzina, per risolvere il problema dello smog e che farebbe risparmiare circa il 35%

Noi di Infomotori ne avevamo già parlato nel 2011 ma oggi ritorna grazie ad uno ricercatore sardo: il motore ad urina. Proprio così, un ricercatore sardo, Franco Lisci, ha avuto l’idea di creare un motore alimentato ad urina, un modo per abbattere il caro-benzina, il problema dello smog e che farebbe risparmiare circa il 35%. 

Il motore a basso impatto ambientale ha ottenuto il supporto dell’Università di Sassari e persino l’approvazione degli osservatori di Legambiente. La materia prima è a costo zero, basta bere un po’ d’acqua ed ecco, dopo poco, pronto il carburante per alimentare il motore della propria auto.

Un’idea simile che si basata sull’alimentazione del motore ad urina è quella di cui ne avevamo parlato qualche anno fa, quando il Congresso USA aveva approvato un progetto finalizzato allo sviluppo di un motore diesel ecologico in grado di ridurre notevolmente le emissioni di CO2 basato sul riciclo dell’urina umana.

Lanticipazione del 2011 potete trovarla qui: motore diesel ad urina.

ARTICOLI CORRELATI