Nissan 370Z – Test Drive della coupè giapponese

Prime impressioni di guida per la rabbiosa coupè giapponese. Prestazioni decisamente al top per la rivale diretta di Porsche Cayman, BMW Z4 M e Audi TTS

Nissan 370Z – Test Drive. È finalmente arrivata la nuova Nissan 370Z! Dopo snervanti attese spezzate da spy e anticipazioni possiamo oggi provare e analizzare la nuova rabbiosissima coupè giapponese che darà del filo da torcere a molte sportive europee. Il lavoro tecnico e di design svolto dai nipponici è assolutamente preciso sotto qualsiasi aspetto: possiamo trovare il meglio della precedente Nissan 350Z abbinato a nuove soluzioni all’avanguardia che si traducono con un netto miglioramento di prestazioni. La 370Z può contare infatti su una cavalleria rinforzata da ben 23 puledri in più, dimensioni ridotte e, grazie al largo impiego di alluminio, un peso minore. Il motore utilizzato deriva dall’Infiniti G37 Coupè e vanta performance di tutto rispetto. I dati ufficiali parlano chiaro: il quarto di miglio (400 m) viene coperto in 13,4 secondi e impiega 5,1 secondi per arrivare ai 96 km/h (60 miglia orarie). Da segnalare, come dicevamo poco fa, le dimensioni, cambiate rispetto alla precedente 350Z: appare più compatta, con una lunghezza ridotta di 70 mm, un passo più corto di 100 e una larghezza accresciuta di 30mm.

ARTICOLI CORRELATI