USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Nissan Navara NP300, la prova su strada

Gli americani, che li adorano, li chiamano truck (letteralmente camion); noi li conosciamo come pick up. Uno dei più apprezzati a livello mondiale è certamente il Navara della Nissan, che debutta nella generazione NP300, attesa in concessionaria a gennaio. Infomotori ha partecipato all’anteprima internazionale del nuovo mezzo, avvenuta sulle strade e sui percorsi fuoristrada dei monti dell’isola di Palma di Maiorca.

Con 80 anni di esperienza nei pick up sulle spalle, Nissan ha concentrato nel nuovo veicolo tutto il suo know how ed il risultato è di prima categoria: il Navara NP300 è grande (con i suoi oltre 5,3 m di lunghezza), forte (può trainare 3,5 tonnellate e caricarne più di una sul cassone) e robusto (grazie al telaio in longheroni d’acciaio ad alta resistenza). Ma, al tempo stesso, è diventato comodissimo (grazie alle sospensioni posteriori a cinque bracci, tipo multi link ed agli interni simili a quelli di un lussuoso crossover) ed accessoriato come un’ammiraglia. Tanto che, se non fosse per le dimensioni, l’altezza da terra del posto guida e l’imponenza del muso (te ne accorgi, perché nelle vie strette chi viene in senso opposto ti dà subito strada) sembrerebbe davvero di essere alla guida di un Suv premium

L’aspetto del Navara, rispetto alla generazione precedente, è diventato meno spigoloso, con generose bombature sui parafanghi e linee generalmente addolcite, anche se la natura intrinseca del veicolo non permette esercizi stilistici troppo arditi. La calandra a V ricorda quella del Qashqai, come pure i sedili e parte della strumentazione. Belle anche le luci diurne a led a forma di boomerang e le barre sul tetto. Due le carrozzerie previste: Double Cab, con quattro portiere e cinque comodi posti e King Cab, più “operaia”, con due portiere e sedili posteriori un po’ più sacrificati a favore del cassone, la cui lunghezza di carico è di 1,79 m, contro gli 1,58 del quattro porte.

Se volete un’idea di cosa può fare il Nuovo Navara, pensate che può caricare 42 sacchi di cemento, oppure 2,2 metri cubi di legna o mille litri di acqua. Senza rinunciare ad un grammo delle leggendarie prestazioni fuoristrada (perché, comunque, sempre di un mezzo vocato al lavoro si tratta), il nuovo Nissan NP300 Navara introduce poi un pacchetto tecnologico di alto livello. Come, ad esempio, l’Around view monitor, ovvero una serie di telecamere che vi permettono di vedere sul display di 7” al centro della plancia tutto il terreno a 360° attorno al veicolo: funzione utilissima, soprattutto sulle stradine di montagna e nei parcheggi cittadini, dove non è proprio agevole piazzare ingombri simili. Oppure come il Feb (Forward emergency braking), che frena autonomamente se c’è un rischio di tamponamento: una primizia per un pick up. Oppure, ancora, come il differenziale a slittamento limitato controllato elettronicamente, che rallenta una delle due ruote di un asse se sta girando più velocemente dell’altra. E che dire dell’Hdc (Hill descent control), che regola la velocità sulle discese più ripide e dell’Hsa (Hill startassist), che tiene fermo il veicolo nelle ripartenze in salita. Il tutto associato (nelle versioni 4WD) ad una trazione integrale che può essere disinserita per la marcia su asfalto (ed il Navara lavora così a trazione posteriore), oppure utilizzata 4×4 sui fondi difficili, per arrivare all’inserimento delle ridotte per i percorsi estremi (che si affrontano con disinvoltura, grazie ad un’altezza minima da terra che sfiora i 23 cm e ad angoli d’attacco (tra 29.4 e 30.4, a seconda dei modelli) ed uscita (tra 24.8 e 25.6) da fuoristrada puro. Il tutto semplicemente azionando una manopola vicino al volante.

Ma la vera novità dell’NP300 è sotto il cofano: al posto del conosciuto 2.5 turbodiesel infatti, arriva il nuovo 2.3 biturbo, sempre a gasolio, prodotto dall’alleanza Renault-Nissan: il motore, già utilizzato con successo su trecentomila commerciali francesi ma ricalibrato, è proposto in due livelli di potenza, 160 o 190 CV, rispettivamente con ben 403 o 450 Nm di coppia tra 1.500 e 2.500 giri. Propulsori che possono essere associati ad un cambio manuale a sei marce o automatico a sette.
Su strada (e fuori) abbiamo provato sia la versione Double Cab 4wd in allestimento top, col motore più potente ed il cambio automatico, sia il King Cab 2WD con motore 160 CV e cambio manuale. Il primo è decisamente spettacolare, per comodità, prestazioni ed incredibile insonorizzazione. A finestrini chiusi, a 100 km/h, non si avvertono neppure fruscii aerodinamici: davvero notevole per un mezzo di simili dimensioni e con grandi specchietti retrovisori laterali. Come abbiamo detto, dimensioni a parte, sembra proprio di essere alla guida di un suv di lusso. Ci siamo anche inerpicati su una strada di montagna di Palma de Maiorca, che concentra 52 curve in salita in soli sei km ed abbiamo apprezzato la disinvoltura con cui questo bestione le ha superate, rivelando un raggio di sterzata contenuto. Sterzo che ci ha aiutato moltissimo anche nell’offroad severo, affrontato per raggiungere una vetta maiorchina a mille metri di quota: non c’è apparentemente ostacolo che il Nuovo Navara non superi con fascilità. Certo, i tornanti più stretti costringono a manovrare, ma grazie alle telecamere a 360° ed al cambio automatico, anche queste operazioni si semplificano molto. Agevole anche il controllo in discesa, pur senza ricorrere all’ausilio dell’Hdc (troppo facile se no…).

La versione 2WD col motore meno potente si è solo rivelata leggermente più rumorosa, probabilmente, però, anche a causa dei rivestimenti meno sontuosi degli interni ed alle diverse dimensioni della cabina. Per il resto, la guidabilità è molto simile a quella dell’altra versione, anche se qui le sospensioni posteriori sono a balestra e quindi un po’ più rigide nelle risposte. Secondo Nissan, il nuovo motore consuma il 24% meno del precedente (emettendo 167 grammo di CO2 per km, un record per il tipo di veicolo): al di là dei dati dichiarati, visto che comunque il Navara nella versione più lussuosa pesa quasi due tonnellate a vuoto, è probabile che le percorrenze medie si assestino sui 9-10 km/litro che, grazie al serbatoio di 80 litri, assicurano grande autonomia. Protetto da una bella garanzia di cinque anni o 160mila km (curioso, di solito sono 150…), Nissan Navara NP300 è proposto in quattro allestimenti: Visia, Acenta, N-Connecta e Tekna. Tutte le versioni hanno 7 airbag, frenata d’emergenza, Hsa e Hdc. I prezzi vanno da 19.950 a 33.700 euro.

TUTTO SU Nissan NP300 Navara
Articoli più letti
RUOTE IN RETE