USATA
cerca auto nuove
NUOVA
SPECIALE

Nuova Alfa Romeo Giulia GTV: l’elettrica da 510 CV

Totem Automobili presenta un restomod di Alfa Romeo Giulia GTV a Goodwood 2020. L'iconica sportiva del Biscione rinasce anche nei contenuti grazie ad un motore eletrico da 510CV

Il prossimo capolavoro da Arese è un’auto del passato. Come nelle migliori abitudini nel mondo della moda, una vettura che ha fatto la storia saprà sempre riproporsi in futuro. Ai collezionisti, agli appassionati ed anche a chi, come nel romanzo di Mary Shelley, vuole riportare in vita i morti.  Questa volta a mettere le mani tra le lamiere di un’automobile leggendaria è stata Totem Automobili, che ha eseguito un precisissimo “restomod” su di una Alfa Romeo Giulia GTV.

Cos’è un Restomod?

Prendete una macchina con degli anni sulle spalle, che magari non può circolare. Smontatela fino ai limiti del possibile e rivedetene i particolari, l’ossatura, il vestito. Una ricostruzione completa insomma, volta a migliorare la vettura in termini tecnici mantenendo però la filosofia dell’esemplare di partenza. Inutile dire che, con quella che potrebbe definirsi crisi ecologica, le auto d’epoca attraversano un periodo difficile. Convertirle in elettriche finisce per essere una risposta concreta alla necessità di inquinare meno senza però privarsi di un importante pezzo di storia. In Italia purtroppo le normative di omologazione sono piuttosto stringenti e far circolare regolarmente un restomod potrebbe risultare estremamente costoso (quando fattibile) in termini puramente legali.

Come ti elettrifico una Giulia GTV

La GTV, insieme ad una versione con vestito lungo, è forse l’Alfa Romeo più attesa dal momento della presentazione di nuova Giulia nel 2015. Secondo il piano industriale di FCA avremmo visto qualcosa in tempi brevi, tuttavia dopo la fusione con i francesi di PSA sembra che il gruppo dovrà riconsiderare le proprie priorità. Per presentare un’Alfa Romeo Giulia GTV quindi è stato necessario scavare nel passato e ripescare l’eccellente lavoro di Bertone e dei tecnici dell’epoca.

Poi è venuto il lavoro di rinnovamento, estetico quanto funzionale. Il cambiamento più grande è di certo quello attuato al propulsore, ora elettrico e capace di erogare la bellezza di 900Nm di coppia massima già dal regime zero e 510CV di potenza a trazione posteriore. Numeri che permettono all’auto di accelerare da 0 a 100Km/h in poco più di tre secondi ed avvicinare (se non addirittura superare) la Giulia Quadrifoglio V6.

Cambia poi anche la forma dell’auto, ora più bassa e larga, e tutto ciò che serve per gestire l’esuberanza del propulsore. Le sospensioni sono state completamente sostituite, così come il design degli interni che dovrebbe presentare uno stile retrò.

La Giulia GTV di Totem Automobili debutterà al Festival of Speed di Goodwood nel 2020. E suonerà proprio come l’originale.

SPECIALE
SPECIALE
TUTTO SU Alfa Romeo Giulia
RUOTE IN RETE