USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Nuova Audi Q7 prova su strada, prestazioni e prezzi

In Costa Smeralda, Infomotori ha avuto l’occasione di provare su strada la nuova generazione di Audi Q7, l'ammiraglia dei Suv del costruttore tedesco. I prezzi partono da 69.000 euro

Decolla in questi giorni la seconda generazione dell’Audi Q7, l’ammiraglia dei Suv del costruttore tedesco. Dopo naturalmente essere stato arricchito di tecnologia sofisticata e aver subito una massiccia cura dimagrante. Ma anche se ha perso quasi 4 cm in lunghezza e 4 cm e mezzo in larghezza, ed è più leggero, rispetto alla versione precedente, di ben 325 kg, grazie a carrozzeria e telaio rinnovati, il mezzo è pur sempre massiccio e un po’ ingombrante, ma ugualmente facile da guidare in città e sulle strade strette e anguste della Costa Smeralda, in Sardegna, dove abbiamo testato il Q7 per Infomotori. Rispetto al vecchio modello lanciato nel 2006, quest’ultimo Q7 presenta delle linee più slanciate e ha conservato il grande spazio interno destinato ai passeggeri e ai bagagli. Oltre ad aver acquisito molti punti in più per quanto riguarda la connettività e la multimedialità. Insomma l’attuale Suv dell’Audi è stato quasi completamente rifatto, alla luce anche della spinta profusa dalla concorrenza che,  ultimamente in questo segmento, si è fatta più agguerrita; c’è infatti la Mercedes, con la sua Classe M, la Volvo con la C90 e un altro incomodo in casa, la Bmw X5. Tutte rivali che però è difficile possano competere con il Suv elegante e prestigioso del costruttore di Ingolstadt.

Il maxi-Suv della Casa dei quattro anelli arriva sul mercato proponendo la scelta di due motorizzazioni, entrambi a 3 litri: il Tfsi tiptronic quattro a benzina da 333 cavalli di potenza e il Tdi tiptronic quattro Diesel da 272 cavalli in grado di accelerare da 0 a 100 km/h, rispettivamente in 6,1 e in 6,3 secondi. I prezzi della nuova Audi Q7  partono da 69 mila euro per la versione a benzina e da 65.900 euro per il turbodiesel. Ovviamente il mercato italiano punta tutto sul modello a gasolio, tanto che le previsioni di vendita del benzina non dovrebbero superare il 5% del totale. A fine anno però è prevista la commercializzazione di una versione equipaggiata con un turbodiesel meno potente da 218 cavalli per aggirare il superbollo e la possibilità di ospitare anche 7 passeggeri, con un incremento del prezzo di listino di 1.660 euro.

Il prossimo anno poi è prevista la commercializzazione di una Q7 in versione ibrido plug con motore Diesel con 373 cavalli di potenza. Nel nuovo ciclo di marcia europeo Nedc, il mezzo dovrebbe consumare solo 1,7 litri di carburante ogni 100 km con emissioni di CO2 di 46 grammi per km. Purtroppo limitata l’autonomia: 56 km con una carica completa della batteria agli ioni di litio. Grazie al peso ridotto la nuova Q7 consuma molto meno carburante rispetto al modello precedente: addirittura il 28% in meno. Il V6 Diesel brucia in media 5,7 litri di gasolio ogni 100 km, mentre il consumo del propulsore a benzina è di 7,7 litri. La velocità massima di 250 km/h è una pura formalità per il Q7 a benzina, mentre il turbodiesel tocca con facilità i 234 km/h. Velocità che ovviamente sulle strade della Sardegna del Nord non siamo assolutamente riusciti a raggiungere.

Nel nostro test, con il Q7 turbodiesel, abbiamo soprattutto apprezzato lo spunto e l’accelerazione del veicolo, la sensazione di sicurezza in qualsiasi situazione ed anche la maneggevolezza, anche se le dimensioni di questo Suv sono molto importanti. Ma quello che ci ha stupito di questa macchina è il ventaglio estremamente ampio di nuovi sistemi d’assistenza per il guidatore. Rientrando in hotel a notte inoltrata, per fare un esempio, abbiamo apprezzato il comportamento intelligente dei fari che, incontrando un’altra vettura, si pongono automaticamente in modo da non abbagliare il guidatore di questa automobile, mantenendo il fascio lungo ai lati della strada per individuare eventuali pedoni, ciclisti od ostacoli improvvisi. Esiste poi il sistema di assistenza alla guida in colonna per le situazioni di traffico intenso e tutta una serie di sistemi per rendere l’intrattenimento nell’abitacolo mentre si guida, il più confortevole possibile. Anche perché l’Audi Q7 è la vettura ideale per i lunghi viaggi in compagnia della famiglia. Il nostro test in Sardegna prevedeva anche un percorso in fuoristrada per “gustare” il comportamento della trazione integrale permanente quattro completamente rielaborata. In normali condizioni di guida, la frizione elettroidraulica a lamelle ripartisce la coppia motrice in modo ottimale tra assale anteriore e posteriore a seconda delle condizioni di marcia, delle caratteristiche del fondo stradale e del tipo di guida del conducente. Anche quindi su fondi particolarmente difficili la Q7 non si arrende. Eccezionali poi le sospensioni che ammorbidiscono la guida anche su fondi sconnessi. Che dire: tutto bene? Sì, certo, ad eccezione del prezzo. Solo per gli abituali frequentatori della Costa Smeralda non fa una grinza. Beati loro.

TUTTO SU Audi Q7
Articoli più letti
RUOTE IN RETE