Nuova KIA Optima 2020: una berlina sportiva lanciata nel futuro

KIA ha rilasciato i primi bozzetti della nuova Optima 2020. Le linee, completamente riviste rispetto ai modelli attualmente in commercio, anticipano il nuovo corso stilistico del marchio coreano

Kia si prepara a presentare la nuova Optima 2020, ammiraglia del brand chiaramente intenzionata a rivoluzionare gli stilemi del marchio. In parole povere, dopo l’arrivo della nuova Optima gli altri modelli della gamma si andranno ad adeguare. Le linee sono estremamente futuristiche, sportive ed affilate. Il gruppo ottico è poco più di un’intensa firma luminosa e, insieme al profilo della griglia del radiatore, va a ricomporre quel frontale “Tiger Nose” che secondo i designer dovrebbe ricordare il muso felino della tigre.

Dai bozzetti rilasciati da Kia si può intendere una silhouette sportiva, da coupé, con un posteriore elaborato almeno quanto la parte frontale. Sembra infatti che le matite di Seoul abbiano lavorato duramente per proporre linee prima di tutto inedite, una sfida che in un’industria sviluppata per oltre un secolo è tutt’altro che semplice. L’evoluzione tecnologica tuttavia è in fermento costante e permette, rispetto al passato, forme sempre più complesse e ricercate. La firma luminosa del posteriore strizza l’occhio ad ambientazioni fantascientifiche a là Bladerunner, ricordando in qualche modo l’andamento di un elettrocardiogramma.

Deciso anche il rinnovamento degli interni, fatta forse esclusione per la forma del volante. Per il resto la nuova Optima presenterà un ampio display che fonde strumentazione ed infotainment in una soluzione già messa in atto da altri costruttori. Grande pulizia è stata invece dedicata alla conformazione del tunnel centrale: pulito, arioso e raffinato. Come da tradizione poi, Optima 2020 porterà in dote una lunga serie di tecnologie, dagli ormai irrinunciabili pacchetti ADAS ai piccoli gadget esclusivi per suscitare il celebre effetto wow.

Kia Optima 2020: quando arriva?

La presentazione del nuovo modello dovrebbe concretizzarsi entro fine anno per poi debuttare nel mercato statunitense al Salone di Detroit (metà gennaio 2020). È probabile che la vettura arrivi nel nostro paese nella seconda metà del 2020 e spianare così la strada per un restyling massivo, a cominciare dal best-seller Sportage.

ARTICOLI CORRELATI